Morti in corsia, al via il processo nei confronti di Cazzaniga

Sono stati sorteggiati nei giorni scorsi i giudici popolari. Per l’ex vice primario Leonardo Cazzaniga il dibattimento si aprirà venerdì 13 aprile.

Morti in corsia, al via il processo nei confronti di Cazzaniga
Cronaca Saronno, 08 Aprile 2018 ore 15:40

Morti in corsia, il medico davanti alla Corte d'Assise: sorteggiai i giudici popolari.

Morti in corsia, inizia il processo

Al via il processo per le morti in corsia. Sono stati sorteggiati nei giorni scorsi i giudici popolari. Per l’ex vice primario Leonardo Cazzaniga il dibattimento si aprirà venerdì 13 aprile. In tutto sono stati 150 i candidati sorteggiati dalla cancelleria tra quelli iscritti alle liste dei Comuni. Tra questi nei giorni scorsi sono stati identificati i giudici popolari che saranno chiamati a giudicare il medico rinviato a giudizio per le morti in corsia all’ospedale di Saronno e per quelle in ambito famigliare.

14 le morti sospette

Il medico è accusato della morte di 11 pazienti tra le corsie del Pronto soccorso di piazzale Borella e di altre tre nella cerchia dei famigliari dell’ex amante Laura Taroni. Si tratta del marito dell’ex infermiera Massimo Guerra, della madre Maria Rita Clerici e del suocero Luciano Guerra. Cazzaniga ha deciso di difendersi sostenendo il dibattimento in aula, comparirà quindi davanti alla Corte d’Assiste composta da due giudici togati e da sei giudici popolari. Hanno scelto il dibattimento anche l’ex primario Nicola Scoppetta, l’ex direttore sanitario Roberto Cosentina, l’ex direttore di presidio Paolo Valentini, il medico legale Maria Luisa Pennuto e l’oncologo Giuseppe Di Lucca