Menu
Cerca
Robecchetto

Mondiali snowboard: l'odissea dei paratleti italiani

I "nostri" atleti hanno dovuto rinunciare ai Mondiali di snowboard paralimpico in Norvegia, ma intanto hanno dovuto percorrere 5mila chilometri in pullmino.

Mondiali snowboard: l'odissea dei paratleti italiani
Cronaca Legnano e Altomilanese, 14 Marzo 2020 ore 09:30

Mondiali snowboard: i paratleti italiani, tra cui Riccardo Cardani di Robecchetto, sono stati bloccati in Norvegia e rimandati a casa.

Mondiali snowboard: l'odissea italiana

Il Coronavirus e il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri bloccano la Coppa del Mondo di snowboard paralimpico in Norvegia. E gli atleti sono stati costretti a percorrere 5mila chilometri in pullmino: 2.500 all’andata e altrettanti al ritorno. Questa l’amara avventura degli «azzurri» della squadra italiana di snowboard paralimpico che dovevano partecipare alle gare della finale mondiale in Norvegia proprio in questi giorni. Tra loro, oltre al campione toscano che era in cima alla classifica Jacopo Luchini, anche Riccardo Cardani, classe 1992 di Robecchetto.

(In copertina gli atleti e gli allenatori di ritorno dalla Norvegia con il loro pullmino)

La loro testimonianza sul numero di Settegiorni in edicola da venerdì 13 marzo e sul nostro sfogliabile.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE