bollate

Minorenne fermato mentre imbratta i muri in centro città

Dalla ricostruzione della dinamica dei fatti e dalla documentazione fotografica acquisita è risultato subito evidente che non si trattava di un episodio sporadico

Minorenne fermato mentre imbratta i muri in centro città
Cronaca Bollatese, 31 Agosto 2021 ore 12:17

Nella notte di sabato 28 agosto la Polizia locale ha fermato un minorenne bollatese mentre imbrattava i muri in centro a Bollate, con la vernice spray.

Minorenne fermato mentre imbratta i muri in centro città

Il tutto è successo verso mezzanotte quando la pattuglia della Polizia locale, nell’ambito dei controlli serali straordinari, stava percorrendo in via Vittorio Veneto e ha notato qualcuno che, con una bomboletta spray, stava scrivendo sulla parete esterna di un edificio. Subito un agente è sceso dal veicolo per l’identificazione ma, alla sua vista, il ragazzo è fuggito e ne è nato un rocambolesco inseguimento lungo le vie del centro.
Una seconda pattuglia, avvisata tramite radio dalla prima, è intervenuta bloccando il ragazzo: si tratta di un minorenne residente a Bollate. Identificato dagli agenti è stato convocato la mattina seguente insieme al padre al Comando di via Garibaldi. Ad attenderli, oltre agli ufficiali e agli agenti della Polizia locale, anche il sindaco Vassallo e l’assessore alla Sicurezza Alberto Grassi.

Non è un episodio sporadico

Dalla ricostruzione della dinamica dei fatti e dalla documentazione fotografica acquisita è risultato subito evidente che non si trattava di un episodio sporadico. Il sindaco, in accordo con ufficiale e agenti intervenuti, ha convenuto con il papà del ragazzo di procedere con un’azione rieducativa, per cui oltre alle sanzioni comminate dalla Polizia locale, il minorenne bollatese dedicherà parte del suo tempo libero a ripulire i muri dalle scritte e aiuterà per almeno un mese i volontari del gruppo della “Velostazione di Bollate” - coordinati da Alessandro Parisi - a ripulire i beni immobili della comunità da scritte e a ripristinare gli stessi dagli atti di vandalismo subiti sostenendo, inoltre, le spese per i materiali necessari al lavoro.