Minacce all'ex moglie, ora è finito in carcere

L'uomo continuava a maltrattare la moglie nonostante il divieto di avvicinarsi: è successo a Legnano.

Minacce all'ex moglie, ora è finito in carcere
Cronaca Legnano e Altomilanese, 04 Aprile 2018 ore 17:18

Minacce continue alla donna.

Minacce alla ex fidanzata nonostante i divieti

Nonostante dovesse stare alla larga, continuava a lanciare minacce alla sua ex. Ora è finito in carcere.  L'uomo, un 48enne di Legnano, era già stato condannato a due anni e due mesi per maltrattamenti in famiglia e lesioni. Era l'ottobre 2017. L'uomo era finito agli arresti domiciliari e, in seguito, aveva beneficiato della misura alternativa dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Ma di stare lontano dalla donna non ne voleva sapere. Nonostante l'obbligo di firma e il divieto di avvicinarsi alla donna, nei mesi scorsi, si era presentato sotto casa della ex con comportamenti persecutori.

L'ultimo episodio di violenza

Il 28 febbraio l'uomo si era presentato ubriaco a casa della ex moglie, minacciandola e pretendendo di vedere i figli. Lei, terrorizzata, aveva allertato i carabinieri del Norm di Legnano che erano subito intervenuti allontanando l'uomo.

Da qui il carcere

L'accaduto era stato segnalato al Tribunale di Busto Arsizio e l'autorità giudiziaria ha deciso di inasprire il provvedimento cautelare. L'obbligo di presentarsi in caserma non metteva in sicurezza la donna così il giudice ha deciso che per l'uomo doveva essere applicata la misura della custodia cautelare in carcere. Che è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Legnano che l'anno portato nel carcere di Busto Arsizio.