rho

Malore al convegno sulla sanità, salvato dai medici in sala

Un infermiere in pensione accusa lo stesso malore avuto dal calciatore Christian Eriksen durante i recenti campionati Europei. Anche in questo caso i soccorsi sono stati immediati

Malore al convegno sulla sanità, salvato dai medici in sala
Cronaca Rhodense, 31 Luglio 2021 ore 12:00

I dottori presenti all'auditorium di Rho per assistere al convegno medico sono intervenuti subito

Infermiere in pensione accusa un malore mentre sta facendo una domanda

Accusa un malore durante il convegno sulla sanità e viene tempestivamente soccorso dai medici che si trovano al tavolo dei relatori e tra il pubblico. Paura, intorno alle 23 di lunedì all’auditorium comunale di via Meda a Rho durante il convegno sulla sanità organizzato dal Partito Democratico. Un infermiere in pensione presente in sala stava facendo una domanda ai relatori della serata quando improvvisamente si è accasciato al suolo.

Massaggio cardiaco, respirazione bocca a bocca e defibrillatore

I primi a soccorrerlo sono stati i dottori presenti in sala, la responsabile del pronto soccorso dell’ospedale di Rho, dottoressa Barbara Omazzi il dottor Stefano Rusconi, infettivologo dell’ospedale di Legnano e il dottor Miguel Bucci primario del reparto di ortopedia dell’ospedale di corso Europa. Insieme a loro il dottor Fulvio Caselli medico di base e organizzatore dell’evento insieme alla collega del Pd Emiliana Brognoli.

Ha avuto lo stesso malore del calciatore Christian Eriksen

Che la situazione fosse grave è apparso subito a tutti, l’ex infermiere in pensione Angelo S che collabora con lo studio medico di via Fosse Ardeatine si è accasciato a terra accusando un malore simile a quello che ha colpito il calciatore Christian Eriksen durante i recenti campionati Europei di calcio. Mentre i medici in sala effettuavano la respirazione bocca a bocca e il massaggio cardiaco gli uomini della protezione civile hanno preso il defibrillatore in dotazione all’auditorium e l’hanno consegnato alla dottoressa Omazzi che ha iniziato le pratiche di defibrillazione.

Grazie al tempestivo intervento l'ex infermiere è ora fuori pericolo

Tutto questo fino all’arrivo dei volontari della Croce Rossa di Lainate e del personale dell’automedica inviato dall’ospedale Sacco di Milano. L’ex infermiere è stato subito caricato in ambulanza e trasportato nel reparto di Cardiologia dell’ospedale di Rho dove è tutt’ora ricoverato. Le sue condizioni di salute sono fortunatamente migliorate e Angelo S è fuori pericolo.