Legnano

Malata di Covid, ma il test sierologico è negativo

La legnanese Michela Olgiati racconta la malattia, la quarantena e la sorpresa finale: un falso negativo?

Malata di Covid, ma il test sierologico è negativo
Legnano e Altomilanese, 23 Maggio 2020 ore 18:15

Malata di Covid, una volta superata l’infezione si sottopone al test sierologico rapido che non rileva la presenza di anticorpi. Un falso negativo?

Malata di Covid… con sorpresa finale

«Ma davvero ho passato 28 giorni chiusa in casa per niente?». La legnanese Michela Olgiati (in copertina con l’inseparabile gatto Merlino, sua unica compagnia nelle settimane di quarantena) non ha potuto fare a meno di chiederselo, di fronte all’esito del test sierologico per la rilevazione di anticorpi contro il Sars-Cov-2. «Niente IgG, niente IgM nessuna traccia del passaggio del virus nel mio corpo» racconta. Un risultato accolto non con sollievo, ma con incredulità e disappunto. Perché la donna, 49 anni, si è sottoposta al test sierologico reduce da un mese di quarantena casalinga con tutti i sintomi tipici del Covid (febbre, tosse, debolezza, diminuzione del livello di ossigeno nel sangue, perdita del gusto e dell’olfatto) e uno di telelavoro come ulteriore precauzione anticontagio, poiché non essendo stata sottoposta al tampone non aveva la certezza di essere effettivamente guarita. «Mi sono curata a casa, assistita telefonicamente dal mio medico di base, e per fortuna non ho avuto bisogno del ricovero» racconta.

«La cosa importante è che si stia sempre tanto attenti»

«Ho fatto il test “pungidito”  a spese mie, in vista del rientro in ufficio – racconta Olgiati – Il risultato mi ha spiazzata. Alla fine dal caos di pensieri che mi frullavano in testa è nata questa convinzione. I test sierologici, così mi hanno detto diverse persone esperte nel campo, possono essere fallaci. Sono convinta che i miei sintomi fossero di un’infezione comunque pesante (Covid o non Covid) per cui, alla fine, ne sono uscita comunque bene. Speravo di sentirmi più sicura con un esito positivo. Pensavo di essere esentata da futuri timori. Per questo ci sono rimasta male. Ma la cosa importante è che fatto o non fatto, per chi l’ha fatto e chi non l’ha fatto, si stia sempre tanto tanto tanto attenti».

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia