Magenta, Rifondazione: “Abuso edilizio di un assessore”. La Giunta: “Assolutamente falso”

Magenta, Rifondazione: “Abuso edilizio di un assessore”. La Giunta: “Assolutamente falso”
05 Novembre 2016 ore 15:52

Un illecito edilizio nel quale è coinvolto un assessore di Magenta? A formulare l’ipotesi, e a chiedere le dimissioni dell’esponente della Giunta Invernizzi, è il circolo magentino di Rifondazione comunista, che illustra la situazione in una nota: “Siamo venuti a conoscenza di un presunto illecito edilizio nel quale risulta coinvolto un Assessore dell’attuale giunta della città di Magenta, in merito a lavori da svolgere o già svolti, nella sua abitazione privata. Appena venuti a conoscenza dell’abuso, abbiamo tempestivamente informato il Sindaco Marco Invernizzi, il quale ha ritenuto opportuno verificare il fatto e di convocare Prc per un incontro chiarificatorio successivo. A tale incontro abbiamo partecipato con la volontà di capire e di avere chiarimenti di merito senza alcuna intenzione accusatoria aprioristica, il tipico nostro atteggiamento costruttivo, che ci ha sempre contraddistinto, sia in passato, quando partecipavamo alla guida di questa città, sia oggi che siamo seduti nei banchi dell’opposizione”. “Abbiamo dunque esposto a più riprese al Sindaco e agli Assessori presenti all’incontro – si conclude la nota – l’importanza della questione morale, soprattutto per chi ha ruoli di gestione della cosa pubblica, ma, ritenendo poco convincenti ed insufficienti le spiegazioni avanzateci nel suddetto incontro, chiediamo pubblicamente le dimissioni dell’Assessore, resosi protagonista dell’abuso edilizio”.

LA GIUNTA: “ACCUSE ASSOLUTAMENTE FALSE” – Dura la replica dell’Amministrazione, che evoca la possibilità di rivolgersi alla magistratura: “A quanto si apprende, un movimento politico sta formulando assurde ipotesi di reato a carico di non precisati esponenti dell’Amministrazione Comunale. Le accuse in questione sono assolutamente false e destituite di qualunque fondamento e, ad una prima lettura, sembrano basarsi su informazioni certamente distorte. Destano, in particolare, forte preoccupazione le modalità con le quali il movimento politico è venuto in possesso di notizie contenute in atti d’ufficio e su queste circostanze sarà chiesto alle Autorità competenti di accertare eventuali abusi e comportamenti illeciti. A fronte di puntuali richieste di chiarimenti, questa Amministrazione Comunale ha sempre dato ai cittadini, e continuerà a farlo, tutte le risposte dovute nella massima trasparenza. In presenza di accuse come quella che sta circolando in queste ore, che non hanno nulla a che fare con la legittima critica politica, l’unica risposta possibile è invece la tutela del buon nome degli amministratori coinvolti che sarà perseguita attraverso la richiesta di intervento della magistratura”.

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia