Magenta alla Bit pensando alle Olimpiadi invernali 2026

Il sindaco punta allo sviluppo turistico.

Magenta alla Bit pensando alle Olimpiadi invernali 2026
Magenta e Abbiategrasso, 04 Febbraio 2020 ore 17:43

Magenta torna alla Bit (Borsa internazionale del Turismo) guardando al futuro e ai Giochi olimpici invernali di Milano-Cortina 2026. La kermesse si svolge da domenica 9 febbraio a martedì 11 febbraio a Fieramilanocity. Lo stand della Città di Magenta (numero G19 situato nel padiglione 3), sarà inaugurato nella giornata di apertura alle  12.30. Questa è la 15esima edizione alla quale partecipa il Comune che anche quest’anno registra la collaborazione con il Parco del Ticino e con il Comitato agricolo del Magentino, che si occuperanno di far conoscere i prodotti del territorio.

 

Presenti gli studenti del Quasimodo

Allo stand della Città di Magenta saranno presenti anche quattro studenti del Liceo Quasimodo i quali, nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro, si interfacceranno con gli operatori stranieri allo scopo di promuovere Magenta e il suo territorio. Saranno presenti inoltre i figuranti del Borgo storico Pontenuovo.
La Bit rappresenta per Magenta un’occasione per far conoscere la propria storia, la vocazione  musicale della città, la propria cultura, il territorio e suoi prodotti, ma anche per creare una rete che consenta di cogliere sfide importanti come quella dei Giochi di Milano-Cortina 2026. Durante i giorni di apertura della manifestazione presso lo stand si potranno degustare i prodotti a marchio Parco del Ticino e del Comitato agricolo Magentino. Inoltre ai visitatori verranno distribuiti
dépliant informativi, gadget e materiale promozionale.

Magenta alla Bit: l'obiettivo turistico del sindaco

“La Bit rappresenta un’opportunità importante per la crescita della città attraverso un turismo verde, sostenibile e che valorizzi anche la produzione locale e la componente enogastronomica – ha affermato il sindaco Chiara Calati – Questo è un territorio che fa squadra e che si pone obiettivi importanti: diventare un distretto turistico affermato e, soprattutto, farsi trovare pronto in vista di Milano-Cortina 2026”.

Il nuovo percorso naturalistico del Parco del Ticino

“Sono molte le collaborazioni tra noi e il Comune – ha detto il presidente del Parco del Ticino, Cristina Chiappa – tra queste c’è anche quella per la Bit 2020. L’obiettivo è valorizzare le eccellenze del Parco del Ticino, non solo ambientali, ma anche culturali ed enogastronomiche, anche attraverso le aziende che ne sono il simbolo”. Chiappa ha poi annunciato che “alla Bit sarà presentato un nuovo percorso naturalistico all’interno del Parco che collegherà Sesto Calende, passando per Magenta, a Pavia”. “I Giochi di Milano-Cortina 2026 rappresentano un’interessante sfida – ha infine aggiunto Chiappa – assolutamente da cogliere”.