il caso

Maestre "no vax" lasciate fuori da scuola chiamano i Carabinieri

Per loro era un diritto varcare la soglia della scuola, anche se non avevano il lasciapassare.

Maestre "no vax" lasciate fuori da scuola chiamano i Carabinieri
Cronaca 04 Settembre 2021 ore 09:27

Maestre "no vax" lasciate fuori da scuola: intervengono i Carabinieri. Due insegnati di Brugherio (in provincia di Monza e Brianza), prive di Green pass, non sono state fatte entrare a scuola della preside e loro hanno chiamato il 112.

Maestre "no vax" lasciate fuori da scuola chiamano i Carabinieri

Due maestre volevano entrare a tutti i costi a scuola, solo che i collaboratori scolastici della elementare Sciviero di via Vittorio Venero a Brugherio, in provincia di Monza e Brianza ma alla periferia Est di Milano, hanno fatto loro presente che, come prevede la normativa entrata in vigore l'1 settembre 2021, era necessario mostrare il Green pass che attesta il completamento del ciclo vaccinale.
Ma non solo: le docenti protagoniste della vicenda avvenuta giovedì mattina, 2 settembre 2021, non avevano nemmeno l'esito negativo del tampone, soluzione alternativa per coloro che preferiscono dire "no" alle inoculazioni.
Ecco perché non sono potute entrare a scuola. Ciononostante non si sono arrese, decidendo di chiamare i Carabinieri.
Per loro era un diritto varcare la soglia della scuola, anche se non avevano il lasciapassare.

L'intervento della preside e dei Carabinieri e quel "no" che è rimasto

La preside dell'Istituto comprensivo De Pisis Stefania Cera era impegnata in quel momento in una riunione in un altro plesso. E' stata allertata da un collega, che le ha spiegato che le due docenti volevano entrare a tutti i costi. Al suo arrivo alla Sciviero, la dirigente scolastica non è arretrata di un passo. Anche perché non poteva fare altrimenti.

"Ho spiegato loro che c'è la normativa da rispettare, che non prevede un potere discrezionale da parte mia - ha spiegato la preside che tra l'altro è entrata in servizio all'Istituto comprensivo brugherese il giorno prima dell'episodio - L'obbligo del Green pass va fatto rispettare, non c'è niente da fare. Le insegnanti hanno anche registrato la nostra conversazione col cellulare, non capisco il perché. Avrei potuto chiamarli io i Carabinieri... Bastava poco, ossia andare in una farmacia, sottoposti a tampone e attendere qualche minuto per l'esito negativo. A me non interessa che siano vaccinate o che risultino negative al test. Serve il Qr code da mostrare per entrare a scuola".