Luve nuovo riconoscimento dalla Regione

Il modello di sviluppo dell'azienda di Uboldo si basa in sostanza sul principio che le aziende sono prima di tutto donne, uomini e idee.

Luve nuovo riconoscimento dalla Regione
Cronaca 30 Novembre 2017 ore 09:16

Luve nuovo riconoscimento, premio buone prassi.

Luve nuovo riconoscimento all'azienda di Uboldo

Lu-ve ha ricevuto il Premio “Buone Prassi di Responsabilità Sociale 2017”, assegnato dalla Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia. L'azienda di Uboldo ha quindi ottenuto il riconoscimento per aver sviluppato buone prassi di responsabilità sociale, negli ambiti progetti di sostenibilità ambientale, qualità delle relazioni con i fornitori, i clienti e i consumatori, governo e gestione responsabile.

 

Impegno socio ambientale

Il premio, giunto alla settima edizione, riconosce le imprese responsabili per il loro impegno socio-ambientale con la consegna di un attestato di merito e il loro inserimento nel Repertorio On Line, sul sito www.csr.unioncamerelombardia.it. La cerimonia si è svolta nella sede della Regione a Milano.

Il commento dell'assessore regionale

“Regione Lombardia sostiene e quindi promuove questa importante iniziativa perché concorre a promuovere e dare visibilità a modelli di gestione d’impresa sostenibili in grado di diventare driver per lo sviluppo del territorio e del bene comune nelle comunità locali di riferimento. Buone Prassi documenterà anche in questa edizione che coniugare competitività e responsabilità sociale è una necessità sempre più avvertita dalle imprese”, ha commentato l’Assessore allo Sviluppo Economico Mauro Parolini, che ha presieduto la cerimonia.

Il modello Lu-ve

“Il modello di sviluppo di Lu-ve si basa in sostanza sul principio che le aziende sono prima di tutto donne, uomini e idee. Tutto il resto viene di conseguenza – ha dichiarato Iginio Liberali, presidente di LU-VE Group – Fin dalla fondazione di Lu-Ve nel 1986, siamo stati attenti ai temi ambientali e all’etica del business, dedicando particolare attenzione ai nostri collaboratori, in tutti i Paesi in cui il Gruppo opera”.