Busto Garolfo

L’odissea di Stefano per un parcheggio disabili

La storia di Stefano Russo, 26enne disabile di Busto Garolfo, per avere un parcheggio di cortesia e perché non venga "rubato".

L’odissea di Stefano per un parcheggio disabili
Legnano e Altomilanese, 24 Ottobre 2020 ore 09:30

L’odissea di Stefano Russo, 26enne disabile di Busto Garolfo, per un parcheggio di cortesia sempre occupato dai vicini.

L’odissea per un parcheggio disabili

La storia di Stefano Russo, 26enne disabile di Busto Garolfo, è una di quelle che fanno riflettere. Negli anni, i genitori di Stefano, affetto da distrofia muscolare, hanno avuto non poche difficoltà a trovare un parcheggio vicino a casa. Per questo motivo, seguendo il regolamento del Codice della Strada è stato creato un posteggio di cortesia, segnalato da un apposito cartello. Eppure c’era chi, incurante delle segnalazioni, continuava a parcheggiare senza problemi. Data la problematica persistente, a settembre, il comandante della Polizia Locale Antonello Grassi e l’Amministrazione di Susanna Biondi hanno infine deciso di delineare il parcheggio con delle linee lilla, confidando un’altra volta nella civiltà della gente.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia