Menu
Cerca

Lite tra stranieri a Rho: arrestato rumeno per tentato omicidio

L'uomo è stato portato alla casa circondariale di Milano San Vittore.

Lite tra stranieri a Rho: arrestato rumeno per tentato omicidio
Cronaca Rhodense, 22 Giugno 2018 ore 16:19

Dopo la lite tra stranieri di ieri a Rho, in Corso Garibaldi, è stato arrestato un 47enne rumeno per tentato omicidio.

Lite tra stranieri: arrestato rumeno per tentato omicidio

Lite tra stranieri: arrestato un rumeno. Nella serata di ieri il personale del Commissariato di P.S. Rho Pero ha tratto in arresto per il reato di tentato omicidio il cittadino rumeno M. P.M. di anni 47, in Italia senza fissa dimora. Verso le 17 un assistente capo del Commissariato ha notato in Corso Garibaldi sul marciapiede sinistro un uomo. Il rumeno stava colpendo ripetutamente e con violenti pugni al volto un cittadino di origine cinese.

Rumeno bloccato dall'agente

Il poliziotto ha contattato immediatamente il 112 richiedendo l’ausilio di una volante sul posto. Nel frattempo
è intervenuto per bloccare il cittadino rumeno. Questo, dopo aver colpito violentemente il cinese con più pugni al volto, lo ha sollevato di peso facendo perno con la propria spalla e lo ha scaraventato a terra con violenza, facendolo rovinare al suolo con la parte della nuca e della schiena. M.P.M. in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta all’abuso di sostanze alcoliche è stato bloccato dall’agente in attesa dell’arrivo dell’equipaggio volante Rho.

Cinese trasportato in codice rosso al Niguarda

Le condizioni del cinese, di anni 19, sono risultate immediatamente gravi. Pertanto tramite un’autoambulanza, fatta giungere immediatamente sul posto, è stato trasportato d’urgenza presso l’Ospedale di Garbagnate Milanese per essere subito trasferito in quello di Niguarda in codice rosso, dove tuttora si trova in prognosi riservata con diagnosi di ematoma intracranico.

Il rumeno era già stato allontanato due volte dall'Italia

Il cittadino rumeno è stato accompagnato presso il Commissariato di P.S. Rho Pero. Qui a suo carico, attraverso i rilievi foto dattiloscopici, è emerso che per due volte era stato allontanato dal territorio nazionale. Il 5 maggio 2016 ed il 9 aprile 2018, per motivi di pubblica sicurezza. In entrambi i casi con divieto di reingresso nello stato per anni cinque.

Dalla visione delle immagini registrate dalla videocamera, presente nel negozio di alimentari gestito dalla famiglia del cittadino cinese in Corso Garibaldi, si è evidenziato che poco prima dell’aggressione M.P.M. ha fatto ingresso già barcollante. Poi è andato nel reparto dove sono collocati gli alcolici al fine di prelevare una birra. La vittima si è accorto delle condizioni dell’uomo e ha cercato di condurlo all’esterno del locale. Una volta fuori, dove peraltro non ci sono telecamere, è avvenuta l’aggressione.

Portato in carcere a San Vittore

Negli Uffici del Commissariato di P.S. Rho Pero, d’intesa col P.M. di turno, la dottoressa Colacicco, immediatamente informata circa i fatti accaduti, il cittadino rumeno è stato tratto in arresto per il reato di tentato omicidio e portato alla casa circondariale di Milano San Vittore.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE