Legnano, il ricordo dei colleghi di Bruno Gulotta, ucciso a Barcellona

Bruno lavorava per una rivista online di informatica a Legnano

Legnano, il ricordo dei colleghi di Bruno Gulotta, ucciso a Barcellona
Cronaca 18 Agosto 2017 ore 18:08

“Bruno Gulotta, un ragazzo d’oro professionalmente e umanamente”

Legnano: distrutti i colleghi di lavoro Bruno Gulotta

Alla “Tom’s Harware” di Legnano, la rivista online di informatica, dove lavorava Bruno Gulotta, sono tutti distrutti e attoniti.

IL ricordo del colleghi

“Un ragazzo d’oro professionalmente e umanamente”. E’ il ricordo dei colleghi di Bruno Gulotta, il 35enne morto nell’attentato di Barcellona. “Lavorava con noi da 6 anni – ricorda il redattore Manolo De Agostiniun lavoratore molto valido, persona squisita e preparato. E poi era uno di quelli che, se avevi un problema, potevi contare su di lui perchè lui c’era sempre. Di animo buono, quello che ho sempre apprezzato di lui è che parlava sapendo sempre bene quello che diceva: capitava, infatti, nello scambiare quattro chiacchiere, che si parlasse di diversi argomenti: ed era bello vedere che lui non diceva mai qualcosa se di quella cosa non si era informato”. Il caporedattore della testata Andrea Ferrario, invece dice:“Bruno era un grande lavoratore con cui era bello lavorare” poi continua:“Ogni giorno lavoravamo fianco a fianco e la passione era quell’ingrediente importante che ti fa amare quello che fai. E quando non lavorava si dedicava tutto alla sua famiglia. Era davvero molto professionale e molto umano”.

L’azienda Tom’s Hardware

L’azienda per cui lavorava Bruno Gulotta, si è stretta intorno alla famiglia e ha intenzione di aiutarla: “Stiamo ancora pensando cosa fare ma l’obiettivo è quello di creare un fondo per donazioni così da dare loro supporto” annunciano i colleghi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità