Cronaca

Legnano, i residenti si fanno parte attiva per la sicurezza della loro città

Legnano, i residenti si fanno parte attiva per la sicurezza della loro città
Cronaca 29 Luglio 2017 ore 15:46

LEGNANO - Cittadini in prima linea per la sicurezza della città. Ieri, venerdì 28 luglio, infatti alcuni legnanesi hanno segnalato alla Polizia locale due casi sospetti, entrambi giunti a buon fine per la sicurezza stessa dei residenti.
Il primo è avvenuto intorno alle 12.30 in via Gilardelli, quando un cittadino di etnia Rom - con dimora a Milano - è stato sorpreso mentre chiedeva l'elemosina. Gli agenti del Comando di corso Magenta sono intervenuti dopo alcune segnalazioni da parte dei cittadini e lo hanno identificato. Dalle verifiche è stato rilevato che sull'uomo pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Milano per reati vari. L'uomo è stato così trasferito al carcere di Busto Arsizio.
Il secondo caso è avvenuto di sera, intorno alle 22, a seguito di un incidente tra un'auto e un ciclista. Gli agenti sono dovuti intervenire perché l'automobilista, dopo lo scontro, si è dato alla fuga. Tutto sarebbe cominciato a causa di un diverbio alla rotonda che collega corso Sempione e via Lampugnani. L'automobilista, preso dalla rabbia, si sarebbe scagliato contro il ciclista, facendolo cadere. Poi è scappato.
Alcuni passanti, però, hanno preso la targa della macchina: in questo modo gli agenti hanno pouto identificarlo. Portato al Comando, l'uomo è risultato positivo all'alcol-test, ed è stato denunciato per il reato di violenza privata, lesioni personali e guida in stato di ebrezza.
Soddisfatta l'assesre alla Polizia locale Maira Cacucci: "Questa è la dimostrazione che i cittadini sevono sentirsi parte attiva per la sicurezza della propria città. Gli strumenti di comunicazione che abbiamo a disposizione sono tanti e invito i cittadini a utilizzarli e a segnalare, con una telefonata, una fotografia, un messaggio qualsiasi situazione di disagio".