rho

Ladro di polli ai tempi del Covid-19

Denunciati altri tre soggetti

Ladro di polli ai tempi del Covid-19
Cronaca Rhodense, 20 Marzo 2020 ore 13:42

Ladro di polli ai tempi del Covid-19: arrestato rumeno del '78

Ladro di polli ai tempi del Covid-19

La scorsa sera, durante il servizio di controllo del territorio, la volante di Rho, percorrendo la SS33 del Sempione all’altezza di Via Lainate, ha notato a bordo strada 4 persone camminare a ridosso della zona boschiva scarsamente illuminata.
Alla vista dei poliziotti uno di questi è fuggito addentrandosi repentinamente nella vegetazione, mentre i rimanenti, si sono fermati a bordo strada, manifestando insofferenza al controllo.
Attesa la presenza sul territorio del personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato per un supporto straordinario alla prevenzione dei reati nella zona, questo giungeva tempestivamente sul posto fornendo l’ausilio necessario al controllo a vista dei soggetti ed alle ricerche del fuggitivo: quest’ultimo è stato trovato dai poliziotti dopo pochi minuti, nascosto all’interno del canale di scolo della medesima strada, mentre cercava di nascondersi sdraiandosi sotto la vegetazione presente.
L’uomo che aveva cercato di nascondersi, S. M. rumeno del 78, con precedenti di polizia, è stato portato all’interno della vettura di polizia. Nel contempo sono stati controllati i suoi compagni: tutti rumeni S.A. del 98, M.L. dell’89 e D.M. del 96.
Tutti risultavano essere inottemperanti al D.P.C.M. dell’8 Marzo 2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da CoVid-19”, fornendo come giustificazione della loro presenza, il fatto di aver danneggiato una gomma della loro macchina e pertanto sono stati denunciati per avervi contravvenuto.
Una volta che i 4 venivano accompagnati presso il Commissariato Rho Pero, l’altra pattuglia di Polizia ha effettuato vari giri di perlustrazione nella zona circostante il luogo dell’identificazione, rinvenendo successivamente una macchina di grossa cilindrata corrispondente a quella indicata dai fermati: da essa fuoriusciva un cattivo odore proveniente dal baule che, una volta aperto, evidenziava 4 galline morte e 6 in precarie condizioni di vita, che venivano successivamente affidate a personale veterinario reperibile della locale ATS.
Di questi animali i quattro non hanno fornito alcuna spiegazione.
I quattro cittadini Rumeni sono stati quindi tutti denunciati anche per la ricettazione ed il maltrattamento degli animali.
S.M. che aveva cercato di sottrarsi al controllo, è stato sottoposto a rilievi fotografici e dattiloscopici.
Dall’esito degli accertamenti effettuati, è risultato destinatario di un ordine di cattura per esecuzione della carcerazione emesso dal Tribunale Ordinario di Milano Uff. Esecuzioni Penali, dovendo espiare una pena di mesi 6 perché riconosciuto colpevole del reato di furto aggravato in concorso con altre persone, commesso a Milano nel 2009.
Per questo motivo l’uomo è stato tradotto presso il carcere di San Vittore.

TORNA ALLA HOME