Il progetto della garbagnatese Sabrina Di Fazio

“La mia App per le donne in pericolo (e non solo per loro)”

La garbagnatese Sabrina Di Fazio, Ceo e fondatrice di E24 Woman, ha lanciato la nuova App Sicuritalia Protezione24 Persona, strumento pensato per le persone in situazione di difficoltà

“La mia App per le donne in pericolo (e non solo per loro)”
Bollatese, 03 Ottobre 2020 ore 15:30

La garbagnatese Sabrina Di Fazio, Ceo e fondatrice di E24 Woman, ha lanciato la nuova App Sicuritalia Protezione24 Persona, strumento pensato per le persone in situazione di difficoltà

“La mia App per le donne in pericolo (e non solo per loro)”

Una App per fornire in tempo reale soccorso alle donne che si trovano in una situazione di potenziale pericolo. Ma che può rivelarsi preziosa anche in numerosi altri contesti, dagli incidenti stradali ai disastri naturali.

La garbagnatese Sabrina Di Fazio, Ceo e fondatrice di E24 Woman, ha lanciato proprio in questi giorni il suo nuovo progetto, sviluppato in collaborazione con Sicuritalia. L’App si chiama Sicuritalia Protezione24 Persona ed è già oggi scaricabile da tutti gli store digitali.

Di cosa si tratta? L’App è in grado di inviare una richiesta di aiuto alla centrale di Sicuritalia con un semplice scuotimento del telefono o alla sua caduta. Insieme alla richiesta di soccorso, la centrale di vigilanza, che opera H24, attiva automaticamente dallo smartphone la localizzazione e la registrazione video e audio. Altre funzioni personalizzabili garantiscono l’efficacia dell’intervento anche in condizioni particolari: la richiesta di aiuto può essere inviata se il cellulare cade e resta a terra per un certo periodo di tempo, può partire in modalità silenziosa, con un timer e anche se la persona in bisogno si trova sotto coercizione. In tal caso, si può utilizzare un codice che apparentemente interrompe la richiesta di aiuto, ma in realtà attiva una ulteriore segnalazione.

«Spesso le violenze nascono in famiglia e le donne non sono nelle condizioni di chiedere aiuto – spiega Sabrina Di Fazio – Tutto il materiale registrato resta poi nell’esclusiva disponibilità dell’autorità giudiziaria». L’App, lanciata a 9,90 euro al mese, sta suscitando grande interesse. E Willis Tower Watson l’ha già inserita nel suo portale tra i Flexible benefits che le aziende convenzionate possono così mettere a disposizione dei propri dipendenti.

Gli utilizzi sono molteplici, ma tutto nasce dall’attenzione di Sabrina Di Fazio sul fronte della violenza nei confronti delle donne. L’App anticipa infatti il lancio del bracciale di E24Woman, attualmente in fase di sviluppo e potenziamento a Stoccolma presso i laboratori di Bothofus. Un gioiello hi-tech che, proprio come l’App, potrà inviare una segnalazione d’aiuto in qualsiasi momento. «Una vera e propria intelligenza artificiale, sempre indossabile e dotata anche di sensori per monitorare i parametri medici. Sono pronti i primi venti prototipi e contiamo di entrare in produzione a metà 2021», spiega la 39enne.

Nel frattempo, l’attenzione è ora rivolta a far conoscere ad un numero maggiore possibile di persone la App, con un programma di iniziative promozionali che ha come ideale obiettivo la data simbolo del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia