La comandante di Magenta fa carriera e la politica bisticcia

Una dirigente di livello che ha fatto crescere la Polizia locale.

La comandante di Magenta fa carriera e la politica bisticcia
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 18 Maggio 2019 ore 10:58

La comandante di Magenta fa carriera e la politica bisticcia. Appena è trapelata la notizia che Monica Porta, attualmente numero uno del comando di via Crivelli, ha vinto la selezione a Lecco, è scoppiata la bagarre politica.

La stoccata di Razzano

"Una brutta perdita per Magenta, ma una grande occasione per la città di Lecco, dove ho lavorato 4 anni e alla quale sono legato da grande affetto! Ovviamente i dirigenti bravi scappano da un Comune allo sbando", è stata la stoccata del consigliere dem Paolo Razzano.

Il grazie di Gelli

La risposta dell'assessore Simone Gelli è andata di pari passo al grazie alla comandante: "Saluto con particolare affetto la Dottoressa Monica Porta, Comandante della nostra Polizia Locale che nei giorni scorsi ha vinto una selezione per il Comando della Polizia Locale di Lecco. La sua preparazione, unita alla sua tenacia l'hanno portata a coronare un suo personale sogno che era quello di poter ottenere il Comando in una grande città. I tanti risultati ottenuti insieme mi hanno permesso di imparare molto nel campo della sicurezza legata alla Pubblica Amministrazione. Voglio personalmente e pubblicamente ringraziarla per quanto ha saputo trasmettermi in termini di conoscenza diretta sul campo. Sono inoltre contento che il Comando di Magenta permetta ai nostri comandanti che negli anni si sono avvicendati, di approdare, in seguito, a realtà più gradi. Evidentemente Magenta è una ottima palestra. Avvenne così per il Comandante Vegetti, oggi per il nostro Comandante. Spiace leggere i commenti del mio predecessore del Pd, che tenta di screditare il nostro comune anche in questa circostanza che deve essere vista solo positivamente, sopratutto per rispetto della persona che ha coronato un successo personale. Evidentemente lo sciacallaggio mediatico non conosce sosta. Complimenti e un grande ed immenso "in bocca al lupo" alla Dottoressa Porta oltre che ancora grazie per quanto fatto in questi anni per l'intera nostra comunità". 

Una comandante di livello

Al di là della bagarre politica, appare chiaro che l'imminente addio di Monica Porta costituisce una grande perdita per la città e per la amcchina amministrativa di Magenta. Arrivata nel 2011 in punta di piedi, Porta è riuscita con determinazione a prendere non solo le redini del comando, ma anche del Patto locale, diventandone la guida e la colonna, e raggiungendo gli obiettivi che si era preposta. Grazie al suo lavoro, puntuale e preciso, si è contribuito a creare una nuova immagine di Polizia locale, capace di essere efficace su più fronti e di adattarsi ad una società che cambia. Sicuramente una grande soddisfazione della comandante resta la creazione dell'unità anti-violenza, che permette al comando magentino di supportare il centro anti-violenza, nella tutela delle donne vittime di maltrattamenti. Era il 15 marzo 2011 quando Porta prendeva servizio in città, otto anni dopo comincia una nuova avventura in una grande città. Per lei, ambiziosa e determinata, un sogno che si realizza. Per Magenta, la difficile sfida nel sostituirla, anche se, come ci ha confermato la stessa comandante, l'addio sarà graduale e corordinato nel tempo. Alla comandante, che in questi anni ha sempre collaborato con grande professionalità con il nostro settimanale, auguriamo un futuro ricco di soddisfazioni nella sau nuova avventura lavorativa sul lago!