Cronaca
Lutto

Ivan è partito per il suo ultimo viaggio

Legnano e Cerro Maggiore piangono il 41enne vinto da una malattia contro la quale stava combattendo da due anni.

Ivan è partito per il suo ultimo viaggio
Cronaca Legnano e Altomilanese, 17 Settembre 2021 ore 11:09

Ivan Rota si è spento a 41 anni: lutto e incredulità nell'Altomilanese.

Ivan combatteva da due anni contro una malattia

«È come se avesse sempre saputo di avere poco tempo. E per questo mordeva la vita, coltivava le proprie passioni con slancio ed energia non comuni. Amava i viaggi, e mi trascinava in giro per il mondo almeno cinque volte all’anno; la montagna, e aveva fatto scuola di alpinismo; l’arte, e appena tornava dal lavoro si metteva a dipingere. Ora che sono rimasta sola nella nostra casa, i suoi quadri mi guardano dalle pareti e mi parlano di lui. Un giorno mi piacerebbe farne qualcosa: un sito internet, magari una mostra».
È così che la legnanese Viviana Chiodini parla del suo amore mancato troppo presto: sabato 11 settembre 2011 Ivan Rota «è partito per un viaggio che doveva fare da solo», senza di lei. Aveva 41 anni e nel cuore mille progetti, sogni, posti da vedere. A portarselo via è stata una malattia che gli era stata diagnosticata esattamente due anni fa e contro la quale stava combattendo senza abbattersi, senza chiudersi in casa e anzi rimanendo fedele alla propria natura di uomo libero, innamorato della montagna e degli spazi sconfinati.

L'amore per l'arte e l'incontro con Viviana

Originario di Villa d’Almè, in provincia di Bergamo, Ivan aveva frequentato l’istituto d’arte Fantoni nel capoluogo orobico e faceva il restauratore. La stessa professione di Viviana, e infatti i due giovani si erano conosciuti sul lavoro: «Ci siamo trovati gomito a gomito su un cestello a picco sul Lago di Como, per otto ore al giorno, impegnati in un intervento su Villa del Balbianello. In breve abbiamo scoperto che eravamo fatti per stare insieme: condividevamo tutto, a partire dall’amore per l’arte. Avevamo fatto gli stessi studi, coltivavamo le medesime passioni. Da allora non ci siamo più lasciati».

Il trasferimento a Cerro e la scuola di alpinismo col Cai di Legnano

Ivan si era trasferito a Cerro Maggiore, da Viviana, e da allora l’Altomilanese era diventata la sua casa. In zona era molto conosciuto: aveva frequentato il Cai di Legnano e nel 2019 era stato un allievo del corso di alpinismo della Scuola Guido della Torre. Chi lo conosceva lo ricorda per la sua gioia di vivere, amare e donare.
Il funerale è stato celebrato nel pomeriggio di mercoledì 15 settembre a Villa d'Almè.

Nella foto di copertina: Ivan Rota a Pointe du Raz in Bretagna lo scorso agosto