Insigniti Ciocchina 2017 i papabili

La benemerenza a chi ha dato lustro alla città

Insigniti Ciocchina 2017 i papabili
Cronaca 16 Ottobre 2017 ore 16:29

Insigniti Ciocchina sabato la consegna delle benemerenze

Insigniti Ciocchina: ecco i “papabili”

C'è attesa per la consegna delle civiche benemerenze. In breve pare che quest'anno saranno cinque le persone o le realtà premiate. L'ufficialità sarà soltanto sabato 21, durante la cerimonia di consegna. Intanto voci insistenti indicano tra i premiati il reparto di Oncologia dell'ospedale cittadino. Poi, ancora, volti noti dello sport saronnese. Ci sarebbe il giovane Lorenzo Perini, campione di atletica leggera. Renzo Moltrasio, l'uomo dei deserti e delle imprese “impossibili” nelle ultramaratone. Giuliano Melosi ex calciatore di Serie A. Infine, ma non ultima, ci sarebbe anche Gianna Galli, storica commerciante.

Un appuntamento atteso

E' uno degli appuntamenti più attesi dei saronnesi. La consegna delle civiche benemerenze sarà sabato 21 ottobre, alle 16, nella civica sala consiliare intitolata al dottor Agostino Vanelli, piazza Santuario, 7. Nel pomeriggio prima della Festa del trasporto, come da tradizione, la città premia i suoi benemeriti. L'applauso va quindi ai cittadini che si sono distinti nei diversi campi, dalla cultura all'economia, passando dallo sport al volontariato.

La nascita del premio

La benemerenza è stata consegnata per la prima volta nel 1994. L'iniziativa è stata di Assostudi. Fino al 2002 è stata l'associazione a premiare i cittadini benemeriti, mentre dal 2003 è stata affidata al Comune. Ogni anno in municipio giungono delle proposte con le candidature e le firme raccolte per sostenerle. E' poi la Giunta a decidere a chi assegnare l'ambita statuetta.

L'albo d'oro

Associazioni, istituzioni, singoli cittadini e anche riconoscimenti alla memoria. Sono stati tanti i saronnesi insigniti nel tempo. Nel 2016 le statuette sono state consegnate all'imprenditore Alberto Proserpio, al “papà” del basket Ezio Vaghi, alla crocerossina Luciana Turconi, al Gruppo alpini saronnese e alla memoria dell'ingegner Enzo Volontè, volto noto della politica cittadina.