Cronaca
Tragico ritrovamento

Incidente in ospedale: due persone decedute per intossicazione

Inutile l'intervenuto dell'elisoccorso e delle due ambulanze. Sul posto anche Vigili del fuoco e carabinieri

Incidente in ospedale: due persone decedute per intossicazione
Cronaca 28 Settembre 2021 ore 12:48

Incidente in ospedale: due persone decedute per intossicazione. E' successo questa mattina, 28 settembre, alle 11,30 circa, in via Rita Levi Montalcini 4 a Pieve Emanuele, in provincia di Milano.

Incidente in ospedale: due persone decedute, probabile intossicazione

Il ritrovamento di due persone incoscienti, vicino ad un deposito di azoto all'interno della struttura ospedaliera Humanitas Mirasole, ha fatto scattare l'allarme massimo per i soccorritori del 118. Nonostante l'intervento dei sanitari, è da poco arrivata la conferma del decesso dei due uomini: si tratta di un 42enne e di un 46enne. La causa è  verosimilmente una intossicazione da azoto.

Non ci sono molti dettagli sull'incidente e ancora non si sa se fossero dipendenti o esterni all'ospedale. Si attendono aggiornamenti.

I soccorsi

Una volta avvistate le due vittime, dato il luogo dell'incidente, i soccorsi sono arrivati in pochissimi minuti. Intervenuto l'elisoccorso, due ambulanze, Vigili del fuoco e carabinieri. L'operazione di soccorso non ha però evitato il tragico epilogo.

La reazione dell'Unione generale del Lavoro: "Strage inarrestabile, Governo intervenga”

“Continuano gli incidenti mortali sui luoghi di lavoro. A perdere la vita questa volta sono stati due operai in un deposito di azoto nel Milanese. Un elenco interminabile, che bisogna assolutamente fermare. Abbiamo chiesto in più occasioni al Governo di intervenire con nuove regole e maggiori controlli ispettivi, ora bisogna accelerare e passare dalle parole ai fatti, agendo con concretezza e senso di responsabilità. Servono progetti di formazione continua che riguardino le imprese e i lavoratori, è necessario in particolare investire nella sicurezza”. Lo affermano, in una nota congiunta, Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL e Claudio Morgillo, Segretario UGL Lombardia.

“L’UGL esprime il suo profondo cordoglio alle famiglie delle vittime” aggiungono i sindacalisti, che ribadiscono “l’urgenza di avviare iniziative di tutela dei lavoratori”. La manifestazione ‘Lavorare per vivere’, promossa dall’UGL, intende sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni proprio sul dramma delle morti sul lavoro, “che deve diventare una delle priorità dell'azione di Governo”.

Le dichiarazioni di Humanitas

"Humanitas esprime profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle due vittime del grave incidente di stamane. L’incidente è avvenuto durante il rifornimento dell’impianto della società specializzata nella fornitura di gas azoto per attività di ricerca. Humanitas si è messa immediatamente a disposizione delle autorità per contribuire a chiarire la dinamica di quanto accaduto".