Cronaca
Albairate

Imbrattano la panchina , il sindaco “Atti vandalici premeditati”

Qualcuno si "diverte" nottetempo con dispetti infantili, i cui effetti purtroppo ricadono su ignari cittadini

Imbrattano la panchina , il sindaco “Atti vandalici premeditati”
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 01 Luglio 2022 ore 19:00

Da qualche tempo venivano segnalati atti di vandalismo. Adesso il sindaco di Albairate, Flavio Crivellin, commenta questi comportamenti incivili e di basso profilo

Lo sfogo del primo cittadino di Albairate

“Qualcuno si "diverte" nottetempo con dispetti infantili, i cui effetti purtroppo ricadono su ignari cittadini – ha dichiarato Flavio Crivellin - È evidente che l'imbrattamento, per l'accuratezza con cui è stato compiuto, sia frutto di una azione premeditata poiché non è l'unico espediente messo in campo dai "paladini della giustizia fai da te”, quindi un atto ingiustificato. La situazione si evidenzia in un’area lottizzata tempo fa, con progetti che prevedevano accordi tra pubblico/privato, dove l’aera a verde e i parcheggi, non recintati, sono ad uso pubblico. “ Sulla panchina è stato versato del grasso meccanico, ma non bruciato e usato, nuovo – a precisato il sindaco – lo abbiamo verificato. Un gesto no sense, che non va sicuramente a colpire gli obiettivi prefissati dagli autori. Infatti, ha rimetterci è stata un’ignara signora che si è seduta sulla panchina, che si trova in un’area frequentata dai comuni cittadini perché è localizzata di fronte all’ufficio postale e vicino ad un market. Altre possono essere le azioni da adottare, se si vuole affrontare e risolvere un problema legato probabilmente a schiamazzi notturni o rumori molesti, ma ricoprire una panchina con del grasso è soltanto vandalismo da condannare, un gesto ingiustificato nella sua modalità e finalità” ha conscluso Crivellin.

L’impegno dell’Amministrazione

Per evitare che si verifichino di nuovo spiacevoli inconvenienti, la panchina in questione è stata isolata.

“Essendo un’area privata con servitù di passaggio abbiamo provveduto a segnalare la vicenda all’amministratore del condominio per cercare di derimere la situazione – ha continuato il primo cittadino – Non possiamo installare telecamere di controllo perché non è un’area pubblica, e i pattugliamenti serali della Polizia Locale, più volte richiesti dai cittadini, non rientrano nelle nostre possibilità di piccolo comune con un numero limitato di agenti che non consente una turnazione così ampia, frazionata su fasce orarie che prevede anche le ore serali. Noi provvediamo al controllo del territorio in base alle nostre disponibilità”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter