Il Trasporto Pubblico Locale di Castellanza nel Programma di Bacino dell’Agenzia

Questo verrà messo a gara il prossimo anno, probabilmente entro il 30 Giugno 2019.

Il Trasporto Pubblico Locale di Castellanza nel Programma di Bacino dell’Agenzia
Saronno, 18 Ottobre 2018 ore 10:53

Il Servizio di Trasporto Pubblico Locale della Città di Castellanza entrerà nel Programma di Bacino dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del bacino di Como, Lecco e Varese. Il Programma ha fra i suoi scopi la definizione e programmazione dei servizi di trasporto pubblico locale.

Servizio di Trasporto Pubblico Locale di Castellanza

E’ stata inafatti avviata la procedura per il trasferimento del servizio di trasporto cittadino all’Agenzia. Ciò è avvenuto attraverso un accordo tra Comune di Castellanza e Agenzia approvato nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale. L’accordo verrà approvato anche dall’Agenzia. In questo modo il tracciato cittadino degli autobus verrà inserito nei percorsi di competenza dell’Agenzia ed entrerà a far parte del Programma di esercizio. Questo verrà messo a gara il prossimo anno, probabilmente entro il 30 Giugno 2019. In questo modo Castellanza potrà beneficiare dei fondi regionali per sostenere il servizio che attualmente è interamente finanziato dal Comune.

Ecco cosa è previsto

Il servizio dovrebbe in questo modo migliorare. E' infatti previsto un aumento del numero delle corse e l'integrazione di due nuove linee. La prima, proveniente da Legnano, collegherà la città con la stazione FN di Castellanza. La seconda,proveniente dalla Valle in direzione Legnano, farà fermata anche alla stazione FN di Castellanza. Si è cercato inoltre di ridurre al minimo i disagi per gli studenti delle scuole cittadine.

Il trasporto di Castellanza

Il trasporto di Castellanza, attivato nel 2012, oggi può contare su 15 ore al giorno di servizio dal lunedì al sabato. Ci sono 36 corse al giorno, dalle 6,30 alle 21,30.  L’amministrazione Cerini ha lavorato, fin dal suo insediamento, per poter mantenere questo servizio fondamentale, cercando di farlo riconoscere e inserire nella gara di bacino. Il servizio, che collega tutti i punti “sensibili” della città è utilizzato da oltre 180mila viaggiatori l’anno.