Il Sottosegretario di Stato in visita al Comando di Varese FOTO

Stefano Candiani: "Dopo aver visitato quasi cento tra comandi e distaccamenti dei Vigili del Fuoco ho voluto chiudere qui".

Il Sottosegretario di Stato in visita al Comando di Varese FOTO
Saronno, 02 Settembre 2019 ore 09:23

Il Sottosegretario di Stato in visita al Comando di Varese per la firma del decreto d'istituzione del distaccamento volontario di Porto Ceresio.

Il Sottosegretario di Stato in visita al Comando di Varese

"Dopo aver visitato quasi cento tra comandi e distaccamenti dei Vigili del Fuoco ho voluto chiudere qui, a Varese, il percorso da Sottosegretario di Stato e tirare le somme di quanto fatto per il Corpo Nazionale e per tutte le anime che lo compongono". Tempo di bilancio per il Sottosegretario Stefano Candiani, ieri mattina, domenica 1 settembre, al comando provinciale di Varese per la firma del decreto d'istituzione del distaccamento volontario di Porto Ceresio. "Un percorso per il quale voglio ringraziare i tanti Vigili del Fuoco incontrati, i sindacati, le associazioni - ha esordito Candiani - È grazie a loro se, in questo poco tempo, si è fatto tanto. Lascio un Corpo in via di potenziamento, con 1500 uomini extra turnover che si aggiungeranno all'organico, e col maggior impegno di risorse mai visto: 905 milioni di euro per i prossimi 15 anni per le sedi, i mezzi e i dpi". Nel cassetto rimane intanto un disegno di legge atteso da oltre 20 anni. "Abbiamo lavorato per un anno per l'equiparazione stipendiale e previdenziale dei Vigili, siamo a un passo - fa sapere Candiani - e subito lo depositeremo in Parlamento per aprirne la discussione. Oltre all'equiparazione si inseriscono norme per una formazione più rapida e per il reclutamento dei nuovi uomini, al fine di abbassare l'età media ed evitare le assurdità dei concorsi visti negli ultimi anni. Si punta a superare il Manutentore Unico, a valorizzare le realtà che curano meglio mezzi e strutture e soprattutto a definire criteri oggettivi per l'apertura di sedi e distaccamenti, strappandola alla valutazione personale che, negli anni passati, ha prodotto situazioni paradossali". "È stata un'esperienza stupenda e molto importante - ha concluso Candiani - che ha dato molti frutti e posto molte basi importanti per chi arriverà".