Cronaca
licenza sospesa

Il Questore chiude per 10 giorni il Secret Room di Legnano

Il provvedimento è stato notificato dagli agenti del Commissariato Legnano

Il Questore chiude per 10 giorni il Secret Room di Legnano
Cronaca Legnano e Altomilanese, 23 Aprile 2022 ore 10:23

Il Questore di Milano Giuseppe Petronzi, nell'ambito dell'attività di prevenzione, controllo del territorio e monitoraggio dei locali pubblici milanesi eseguito dalla Polizia di Stato per contrastare i fenomeni di criminalità, ha sospeso le licenze a tre esercizi commerciali.

Sospesa la licenza per il Secret Room di Legnano

Ieri, venerdì 22 aprile,  è stato notificato, dagli agenti del Commissariato Legnano, il provvedimento di sospensione della licenza per 10 giorni al Secret Room di via Bellingera a Legnano. Il 6 marzo infatti i poliziotti sono intervenuti presso il locale per una lite tra alcuni clienti, dove un ragazzo è stato trasportato in ospedale con una prognosi di 35 giorni.
Il provvedimento si è reso inoltre necessario anche perché, nei giorni seguenti nel corso di controlli, i poliziotti del Commissariato Legnano hanno constatato più volte la presenza di un numero elevato non consentito di persone all'interno che violava la normativa relativa all'emergenza da Covid 19.

Chiusi momentaneamente altri due bar

Il provvedimento di sospensione di 10 giorni è stato notificato ieri pomeriggio anche al titolare del Bar Saltanet in via Breno a Milano, dai poliziotti del Commissariato Mecenate.  Scaturisce dal fatto che il bar è costantemente attenzionato dalle Forze dell'Ordine perché frequentato da numerose persone con a carico gravi precedenti penali e di polizia, che con il loro comportamento violano i regolamenti a tutela della salute pubblica alimentando un diffuso stato di inquietudine e la forte percezione di pericolo per la propria sicurezza, ormai da diversi mesi.

La chiusura di 10 giorni al Caffè Monti di via Vincenzo Monti a Milano, notificata anche questa ieri dai poliziotti del Commissariato Centro, è scaturita a seguito di vari interventi da parte delle Forze dell'Ordine per liti avvenute presso il bar tra avventori anche con precedenti per reati di armi e contro la persona spesso ubriachi.
Il provvedimento si è reso inoltre necessario anche perché, nel corso del tempo e di controlli, numerose sono state le segnalazioni dei cittadini inerenti problematiche di ordine e sicurezza pubblica, e schiamazzi perduranti anche in orario serale e notturno.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter