Cronaca

«Il piano allo studio non lascia indietro nessuno»

«Nonostante le risorse non siano infinite all’interno del documento ci sono tanti progetti e aiuti per i ragazzi diversamente abili»

«Il piano allo studio  non lascia indietro nessuno»
Cronaca Rhodense, 19 Agosto 2022 ore 15:15

Angelo Rioli  consigliere comunale della lista civica + Rho commenta il lavoro dell’assessore all’Istruzione

Le risorse non sono infinite ma noi non lasceremo indietro nessuno

Nell'ultimo consiglio comunale prima delle vacanze è stato ha approvato il Piano diritto allo studio, un importante strumento per gli studenti delle scuole. +RHO con la dichiarazione di voto favorevole fatta dal Capo Gruppo Angelo Rioli, ha ripercorso i punti salienti sottolineati ed evidenziati dagli interventi fatti dai propri consiglieri. «Le risorse non sono infinite ma noi non lasciamo indietro nessuno, almeno cerchiamo di farlo. Mi pare significativo che il contributo comunale per gli studenti con handicap certificato residenti a Rho alle scuole paritarie che li accolgono sia aumentato del 6%»

Un piano allo studio che guarda alla realtà e ai bisogni

Usa queste parole Monica Varasi per introdurre il Piano per il diritto allo studio approvato dal consiglio comunale rhodense. «Certo potremmo dire la cifra è sempre modesta (si passa da 3.300 euro all’anno al 3.500 euro all’anno), ma la decisione è in netta controtendenza. Si tratta di una cifra equivalente alla presenza di un educatore scolastico pari a 5,5 ore settimanali-alunno per anno scolastico, quantificando il costo di 20 euro. Tale stima è in linea se non superiore a quanto comuni diversi da Rho, sempre appartenenti al Rhodense, mettono a disposizione per gli alunni Bes loro residenti, per il tramite di cooperative di servizi». Un piano allo studio, quello redatto dall’assessore Paolo Bianchi che piace . «I progetti previsti sono numerosi e si rivolgono a diverse aree - spiega Monica Varasi della lista civica + Rho - Vorrei sottolineare il metodo per la loro individuazione. Un metodo che guarda alla realtà e ai bisogni.

Un lavoro fatta da una grande squadra guidata dall'assessore Paolo Bianchi

Due cose sottolineo per tutte: la bella e importantissima iniziativa partita nel 2019 del consiglio comunale dei ragazzi; c’è tanto disinteresse e tantissimo astensionismo e individualismo trovo che questo progetto sia una proposta educativa concreta per avvicinare la vita politica e delle istituzioni ai giovanissimi. Il pre e post scuola per venire incontro concretamente alle esigenze di conciliazione dei tempi famiglia-lavoro, nella speranza di poterlo mantenere, per il futuro, in ogni scuola e anche allargandone i tempi» Un piano allo studio frutto di un lavoro di squadra. «le firme poste non solo autografi, ma giungono al termine di alcuni incontri in cui l’assessore rhodense Paolo Bianchi ha voluto conoscere, ascoltare e dare spazio alle persone che hanno la maggiore responsabilità nel modo della scuola.

 

Previsto anche il coinvolgimento dei genitori

In questa ottica nel futuro forse si potrebbero coinvolgere in una vera ottica di partecipazione anche i presidenti dei consigli di istituto: persone, genitori, che gratuitamente danno loro tempo ed energie per far funzionare al meglio il mondo educativo e dell’istruzione» Un piano allo studio realizzato in un momento «critico» per l’amministrazione comunale. «Vorrei ringraziare - conclude Monica Varasi - l’assessore e gli uffici comunali che nel mese di luglio nonostante la mancanza sia del dirigente che del funzionario del settore sono riusciti a portare a termine questo piano e il il piano triennale. Un risultato che dimostra come anche con poche risorse e anche nelle istituzioni pubbliche si lavora con efficienza avendo a cuore prima di tutto il bene comune».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter