Il nuovo volto di Porta Genova sarà un campo agricolo produttivo

Il nuovo volto di Porta Genova sarà un campo agricolo produttivo
Magenta e Abbiategrasso, 02 Agosto 2018 ore 15:23

Presentato al Comune di Milano il nuovo volto dello scalo ferroviario, il progetto vincitore della manifestazione d'interesse che rifunzionalizza l’area nel breve termine: campi, serre e mercati per uno sviluppo a “Chilometro zero”.

Il nuovo volto di Porta Genova presentato a Milano

Un grande campo agricolo produttivo, sperimentale e multifunzionale. È questo il cuore del nuovo volto temporaneo dello scalo ferroviario di Porta Genova, capolinea della Milano Mortara cui fa parte la stazione di Abbiategrasso. Il progetto "Agroscalo 2020", vincitore della Manifestazione d'interesse indetta da FS Sistemi Urbani e Ferrovie dello Stato Italiane secondo le linee guida stabilite nell’Accordo di programma per la riqualificazione dei sette scali ferroviari, è stato presentato al Comune che avvierà la fase di interlocuzione con Future Fond, la società di Lorenzo Castellini promotrice ed esecutrice del progetto per arrivare in autunno alla sua versione dettagliata e definitiva. Il masterplan è dello Studio di architettura Andrea Caputo e dell'architetto Salvatore Porcaro.

Agroscalo 2020

"Agroscalo 2020" è un'idea basata su un modello di economia circolare, che vuole superare la contrapposizione citta-campagna in un’ottica di valorizzazione reciproca e promuovere uno stile di vita sostenibile, riducendo l’impatto ambientale di alcuni consumi e comportamenti quotidiani. Si prevede quindi l’insediamento nell’area ferroviaria di un’attività agricola che sviluppi l’intera filiera produttiva, dalla coltivazione alla trasformazione di oltre 150 specie di erbe, germogli, fiori e ortaggi, fino alla vendita. Oltre a questo saranno realizzati percorsi di collegamento, un padiglione in legno, una serra panoramica, aree attrezzate per il fitness e per il gioco dei bambini. Gli spazi potranno accogliere fiere, un mercato settimanale, laboratori didattici e incontri pubblici, coniugando al meglio le identità agricola, culturale, sociale e commerciale di "Agroscalo 2020".

Il contratto locativo con il Gruppo FS italiane per l’uso dello scalo sarà firmato dopo l'approvazione definitiva del progetto da parte del Comune e durerà 2 anni + 1 eventualmente rinnovabile.