Cronaca
Sponsorizzato

Il ciclo delle pavimentazioni stradali gestito con CSC Compagnia Svizzera Cauzioni

Il ciclo delle pavimentazioni stradali gestito con CSC Compagnia Svizzera Cauzioni
Cronaca 28 Settembre 2022 ore 05:00

L’esecuzione dei lavori di manutenzione di una pavimentazione con tecnologie innovative e circolari in grado di riciclare completamente i conglomerati bituminosi a temperature ridotte permette di risparmiare fino al 40% di emissioni di CO2. Le pavimentazioni stradali sono parte integrante dell’infrastruttura viaria ed il loro scopo primario è quello di fornire ad una vasta gamma di veicoli e di utenti una superficie regolare, durevole e sicura in tutte le condizioni meteorologiche e di traffico. La riduzione delle emissioni di CO2 per contrastare l'emergenza climatica e l'impegno per l'economia circolare richiedono un impegno complessivo che è applicabile a tutti i settori. CSC Compagnia Svizzera Cauzioni è tra le aziende leader nella consulenza e nella gestione di progetti che riguardino le manutenzioni e le pavimentazioni stradali.

In più occasioni la nostra società, da sempre attiva nel settore ambientale, si è occupata delle ricadute inquinanti e disturbanti di impianti di produzione del bitume, le soluzioni innovative proposte nell'articolo potrebbero essere un'utile indicazione per miglioramenti da introdurre in alcuni di questi impianti. Grazie al continuo aggiornamento delle risorse e delle normative, sono in via di definizione le linee guida e d’indirizzo del settore per valutare l’opportunità di modificare anche le contrattualistiche vigenti al fine di giungere ad un progetto che sia più sostenibile nel corso dei prossimi dieci anni, soprattutto dal punto di vista economico.

La produzione degli impianti di conglomerato funziona utilizzando prevalentemente combustibili fossili ed in particolare olio combustibile. Nell’indagine di mercato recentemente condotta da CSC Compagnia Svizzera Cauzioni è stato considerato anche l’impatto materiale che può avere un progetto: non solo quante sono le emissioni che vengono generate bruciando olio combustibile, ma comparando anche tutte le emissioni che si generano producendo i materiali necessari alle fasi di realizzazione del conglomerato, tra i quali il bitume, l’estrazione di minerali aggreganti e la produzione del combustibile stesso.

Occorre però fare molta attenzione perché allo stato attuale non tutti gli operatori sono già pronti per poter fare questo salto e potrebbero crearsi dei disequilibri tra domanda delle Amministrazioni e l’offerta da parte delle imprese. Occorre evitare che il conglomerato bituminoso riciclato vada a costare più del conglomerato bituminoso prodotto da materiali vergini. Aumento causato dai processi di selezione e di riqualificazione del fresato d’asfalto, che in momenti di emergenza sanitaria come quelli che stiamo attraversando, possono portare ad un aumento del prezzo. CSC Compagnia Svizzera Cauzioni è al fianco delle imprese per fronteggiare questi cambiamenti repentini in modo esaustivo, concreto e soprattutto con risultati già nel breve termine. Tutto questo, grazie alla nostra esperienza, solvibilità e consulenze a 360 gradi.

Fonte a cura di: CSC Compagnia Svizzera Cauzioni

Seguici sui nostri canali