Menu
Cerca
Bollate

Il bentornato a Tiberio sul cancello di casa

Il volontario ha sconfitto il Coronavirus: "Ho vinto la guerra, ma state attenti che non si scherza".

Il bentornato a Tiberio sul cancello di casa
Cronaca Bollatese, 27 Aprile 2020 ore 08:00

«Io la guerra l’ho vinta, ma voi state attenti: col virus non si scherza». Un inferno durato un mese quello vissuto da Tiberio Ponzoni, bollatese di 58 anni, noto in via Garbiera come imprenditore e membro del progetto di controllo del vicinato. E’ guarito dal Covid-19, che lo ha costretto a un lungo calvario trascorso all’ospedale Niguarda.

Il ritorno a casa e la sorpresa

Per lui quasi 20 giorni di intubazione e coma farmacologico, quindi la degenza nel reparto di medicina ad alta intensità. Pure un’infezione batterica ha messo i bastoni tra le ruote. Ma poi, finalmente, il rientro a casa mercoledì mattina. Ad attenderlo c’era la sua famiglia, con la moglie in isolamento domiciliare. Anche il figlio Gabriele è dovuto stare attento.  L’affetto dei vicini riassunto in uno striscione appeso al cancello di casa sua. «Bentornato Tiberio! Mai mollare, firmato La Garbiera».

Il servizio completo su Settegiorni Bollate in edicola

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE