Per vincere le paure

I racconti di Natale dell’arcivescovo Delpini interpretati da sette personaggi dello spettacolo

A leggerli saranno Luca Argentero, Simona Atzori, Cristiana Capotondi, Paola Pitagora, Giacomo Poretti, Giovanni Scifoni e Davide Van De Sfroos.

I racconti di Natale dell’arcivescovo Delpini interpretati da sette personaggi dello spettacolo
Cronaca Rhodense, 12 Dicembre 2020 ore 10:56

I racconti di Natale dell’arcivescovo Mario Delpini interpretati da Luca Argentero, Simona Atzori, Cristiana Capotondi, Paola Pitagora, Giacomo Poretti, Giovanni Scifoni e Davide Van De Sfroos.

I racconti di Natale prendono volti e voci noti al grande pubblico

Nel contesto della pandemia, fonte di tanti interrogativi e angosce anche per i più piccoli, l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, ha scelto di dedicare al tema delle paure la sua consueta lettera di Natale a bambini e ragazzi. Una lettera che quest’anno ha preso la forma di una raccolta di brevi racconti: “Quella notte, per vincere le sette paure” (edito da Centro Ambrosiano). Grazie alla disponibilità e alla collaborazione di alcuni attori, attrici e personaggi del mondo dello spettacolo, le storie dei ragazzi di Betlemme, invitati ad affrontare le proprie paure con la grazia della preghiera, hanno preso volti e voci noti al grande pubblico.

Sette appuntamenti serali a partire da domenica 13 dicembre

A partire da domani, domenica 13 dicembre 2020, e fino a sabato 19, dopo il breve, quotidiano momento di preghiera proposto dall’arcivescovo (“Il Kaire delle 20.32”), le storie interpretate dai sette artisti saranno visibili su ChiesaTV (195 del digitale terrestre) e ascoltabili su Radio Marconi e Radio Mater. Saranno inoltre pubblicate sul portale Chiesadimilano.it e sui canali social della Diocesi.

“Le disgrazie gridano, ma io vi racconto la storia dei ragazzi di Betlemme che incontrando Gesù bambino hanno vinto le loro sette paure”

“Alcune tra le cose che succedono sgomitano per farsi avanti per diventare notizie: sono le cose strane, i fatti dolorosi, gli eventi disastrosi scrive l’arcivescovo nell’introduzione del libro – Le disgrazie non stanno tranquille: si agitano, gridano, vogliono richiamare l’attenzione. Pertanto, se un bambino sente le notizie del giorno e ascolta i discorsi degli adulti ha buone ragioni per avere paura: parlano solo di quello che spaventa. (…) Ma io vi voglio raccontare la storia dei ragazzi di Betlemme e delle loro sette paure. I ragazzi di Betlemme hanno ricevuto una grazia, quella notte, la notte di Natale: incontrando Gesù bambino hanno vinto le loro sette paure”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità