Menu
Cerca

Guasto ai condizionatori: i pazienti del Fornaroli restano al caldo

Un problema tecnico all'impianto di climatizzazione del nosocomio magentino fa boccheggiare i degenti

Guasto ai condizionatori: i pazienti del Fornaroli restano al caldo
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 30 Giugno 2019 ore 11:30

Il malfunzionamento all'impianto di climatizzazione ha colpito l'ospedale di Magenta proprio in una delle settimane più calde di questa estate.

Guasto ai condizionatori: i pazienti del Fornaroli restano al caldo

Le temperature sfiorano i quaranta gradi, ma un guasto ai condizionatori dell'ospedale Fornaroli di Magenta lascia i pazienti al caldo. A partire dalla giornata di giovedì 27 giugno, un problema tecnico ha pregiudicato il corretto funzionamento dell'impianto di climatizzazione del nosocomio magentino. Stando alle segnalazioni di diversi pazienti ricoverati, la situazione più critica è stata riscontrata a partire dal quinto piano dell'ospedale, proprio nei reparti di più recente riqualificazione. La situazione è stata tenuta sotto controllo dal personale medico, che ha attivato tutte le procedure emergenziali necessarie per tutelare le condizioni di salute dei degenti.
L'intervento dei tecnici per la risoluzione del guasto è previsto per la giornata di domani, lunedì 1 luglio.

"Asst sia più presente", commenta Ballarini

Il caso ha suscitato anche le reazioni della politica, con il sindaco di Corbetta Marco Ballarini che ha puntato il dito contro i vertici di Asst Ovest Milanese: "I guasti in una struttura così complessa come l'ospedale di Magenta possono succedere, ma deve essere garantito l'intervento tempestivo per il ripristino della normalità - ha commentato il primo cittadino corbettese -. Questo è solo l'ultimo di tanti disagi verificatisi a Magenta. Credo che la direzione, nominata ormai sei mesi fa, debba cominciare ad intervenire in modo chiaro perché non si può sempre basare il tutto sulla buona volontà e sulla professionalità degli addetti che anche in queste ore stanno lavorando tantissimo per alleviare le problematiche dei cittadini. Sei mesi di rodaggio sono sufficienti, e ora è il caso di farsi vedere un po' di più all'ospedale di Magenta e darsi da fare per i nostri cittadini. Spero vivamente in un cambio di marcia per il nostro ospedale perché deve rimanere un punto di riferimento d'eccellenza, a prescindere dalla professionalità dei medici, degli operatori e dei tecnici".

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE