Gli agricoltori rhodensi piangono la scomparsa di Ernesto Caronni

Un uomo buono conosciuto soprattutto nella frazione rhodense di Terrazzano

Gli agricoltori rhodensi piangono la scomparsa di Ernesto Caronni
Cronaca Rhodense, 14 Febbraio 2021 ore 13:00

Era uno degli ultimi agricoltori rimasti. Conosciuto come «Nestino» a 15 anni aveva iniziato a lavorare nei campi e aperto l’azienda agricola che fino al 2016, prima di trasferirsi in via Cadore, è rimasta nel centro di Terrazzano.

A 15 anni ha aperto la sua azienda agricola nel centro di Terrazzano

Il primo trattore, usato, l’aveva comprato all’inizio degli anni ‘60 quando aveva 30 anni, ma già da quando ne aveva 15, Ernesto Caronni, conosciuto da tutti come «Nestino», nato nel 1930 all’ospedale Casati di Passirana, aveva iniziato a lavorare in quella che sarebbe diventata una delle storiche aziende agricole di Rho. L’azienda agricola Caronni, quella che per anni ha avuto sede nel pieno centro della frazione rhodense, in via Cesare Battisti. «Nestino» era un personaggio a Terrazzano, era, perché nelle prime ore della mattinata di domenica è scomparso, a 91 anni compiuti a gennaio. Una perdita che ha lasciato nella tristezza i figli Alessandro, Giuseppe e Ornella, che oggi mandano avanti l’azienda agricola, e i nipoti che stanno seguendo anch’essi le orme del nonno.

Ha aiutato tanta gente e con i suoi trattori ha accompagnato i ragazzi dell’oratorio nelle sfilate di Carnevale

Ernesto Caronni è sempre stato un uomo in gamba e fino a poco tempo fa lo si poteva vedere, nonostante l’età, guidare il trattore nella nuova azienda agricola che nel 2016, dal centro del paese si è trasferita in via Cadore, sempre nella frazione rhodense. Azienda agricola, aveva raccontato tempo fa «Nestino», fondata con il cavallo «Pino», inseparabile amico, con il quale arava i campi acquistati dove oggi sorge la nuova azienda agricola. Un uomo arzillo il «Nestino» che tutti a Rho, ma soprattutto nella frazione di Terrazzano, conoscevano. In tanti si ricordano delle sue litigate con l’allora parroco don Enrico, che voleva spostare l’azienda agricola dal centro della frazione rhodense. In tanti ricordano il suo grande aiuto dato all’oratorio soprattutto durante i Carnevali quando con il suo trattore trascinava i carri preparati dai ragazzi. In tanti lo ricordano, invece, mentre guidava il trattore, che non usava solo per arare i campi, ma anche per andare a fare la spesa nel centro di Rho.

Un uomo legato alla sua azienda ma soprattutto alla sua famiglia

Un uomo legato alla sua azienda, ma soprattutto alla sua famiglia, ai figli, ai quali ha trasmesso valori importanti, e alla moglie Clara originaria di Santa Maria del Sasso, Cortenova in Provincia di Bergamo che adesso, dopo tanti sacrifici fatti insieme a lei sulla terra, ha raggiunto in Cielo. Un uomo apprezzato e stimato da tanti e la dimostrazione la si è avuta nella mattinata di mercoledì quando la chiesa parrocchiale di Terrazzano si è riempita per dare l’ultimo saluto a Nestino, l’uomo buono che viveva insieme alle sue mucche nel centro del paese.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli