Menu
Cerca

Giorgio Squinzi riposerà a Pero nella tomba di famiglia

I funerali saranno celebrati lunedì nel Duomo di Milano.

Giorgio Squinzi riposerà a Pero nella tomba di famiglia
Cronaca 05 Ottobre 2019 ore 10:35

Giorgio Squinzi: il re degli imprenditori legato alla città di Pero, riposerà nella tomba di famiglia.

Giorgio Squinzi sarà tumulato in città

Riposerà nella tomba di famiglia a Pero Giorgio Squinzi. Quella che lui ha curato personalmente nel corso degli anni. L’ex presidente di Confindustria, nonché sponsor della squadra ciclistica della Mapei e proprietario della squadra calcistica del Sassuolo, morto lo scorso 2 ottobre, era legatissimo alla città di Pero. “Lo ricordiamo con grande stima e affetto – ha commentato il Sindaco Maria Rosa Belotti – Imprenditore lungimirante, bergamasco di nascita e milanese d’adozione è stato grande industriale e anche un po’ perese. A Pero il padre fece i primi esperimenti che gli consentirono di dar vita a quella che in seguito è diventata una delle imprese più importanti del mondo, presente nelle grandi opere internazionali e nei restauri più delicati”.

Personaggio di spicco che ha fatto della concretezza la sua arma vincente fu grazie al suo intervento, al suo impegno e ai suoi finanziamenti che, alla fine degli anni ’90, poté essere restaurato il campanile della chiesa di Pero, gravemente danneggiato dal tempo che ne aveva usurato i materiali di costruzione.

I funerali lunedì a Milano

I funerali verranno celebrati lunedì nel Duomo di Milano alle 14.45. Vi parteciperà anche il Sindaco di Pero Maria Rosa Belotti in veste ufficiale, fino al ritorno nel cimitero presso la tomba di famiglia.

“Da lui – aggiunge il primo cittadino - diverse associazioni del nostro territorio hanno ricevuto incoraggiamento, sostegno economico e materiali. Uomo semplice, grande industriale, insieme alla sua famiglia si è impegnato per lo sport pulito, per l'ideazione e l'uso di materiali per la sostenibilità ambientale. Giorgio è stato industriale importante, testimone di ingegno, correttezza, indipendenza e creatività italiana nel mondo”.