Garbagnate, sequestro di fuochi d’artificio denunciati due fratelli

Garbagnate, sequestro di fuochi d’artificio denunciati due fratelli
30 Dicembre 2016 ore 15:44

GARBAGNATE – Nell’ambito dell’attività di prevenzione, verifica e contrasto finalizzata all’uso corretto e sicuro dei “botti” di Capodanno, i Carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese hanno sequestrato oltre 65 kg. di artifici pirotecnici, per un totale di 1.366 articoli, denunciando in stato di libertà due fratelli 36 e 41 anni, per detenzione e commercio abusivo di giochi pirotecnici.L’attività è scaturita da un controllo di routine alla circolazione stradale, nel corso del quale gli uomini dell’Arma hanno fermato e ispezionato un’utilitaria guidata dal 41enne, scoprendo nel bagagliaio 5 scatoloni contenenti artifici pirotecnici classificati di categoria IV, ovvero come fuochi d’artificio professionali con un rischio potenziale elevato e che possono essere fabbricati, utilizzati e venduti da ditte pirotecniche munite di licenze e patentino per il mestiere di fochino, la cui accensione è quindi soggetta ad autorizzazione. Stante la mancanza dei requisiti da parte dell’autista, i controlli sono stati estesi all’attività commerciale di ristorazione, gestita con il fratello, e alle rispettive abitazioni, dove sono stati trovati altri 39 scatoloni contenenti petardi di categoria IV e 14 batterie, da 100 pezzi l’una, di fabbricazione cinese, illegali.

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia