Gambe sotto il tavolo per solidarietà con i brontoloni

L'associazione sfonda quota 500 adesioni

Gambe sotto il tavolo per solidarietà con i brontoloni
Cronaca 20 Novembre 2017 ore 10:47

Gambe sotto il tavolo per solidarietà: il Brontolo bike sfonda quota 500 associati.

Gambe sotto il tavolo per solidarietà

Alla cascina Pietrasanta di Pontevecchio di Magenta sabato 18 novembre, si è svolta la cena sociale dell’associazione sportiva dilettantistica Brontolo bike. Una cena bellissima a conclusione di un’annata stupenda. Brontolo bike ha quasi raggiunto la ragguardevole cifra di 500 associati, 286 dei quali agonisti,che gli permettono di aver raggiunto un grande primato: essere il team amatoriale più numeroso d’Italia e ha partecipato a circa 150 manifestazioni. "Con sempre maggiore entusiasmo che deriva dai risultati agonistici, ma anche da quelli organizzativi e di promozione", dicono. Se, infatti, tra i 286 agonisti del team si annoverano otto campioni italiani 2017 (uno su strada e gli altri in mtb), l’associazione si è resa protagonista attraverso incontri nelle scuole per la promozione del ciclismo e ha organizzato ben sei manifestazioni: tre rivolte al ciclismo giovanile,in collaborazione con il Velo Sport Robecco s/n,la cicloturistica Brontolo Bike Day a scopo benefico, un’escursione in notturna in mtb nel Parco del Ticino e il Campionato nazionale Asi di mountainbike.

Associazione radicata

"Brontolo bike è associazione radicata sul territorio, ma la sua notorietà e l’originalità della sua filosofia ciclistica sono ormai patrimonio nazionale. La passione per il ciclismo e il divertimento sono le più forti motivazioni del team che ha già iniziato, con grande riscontro,le iscrizioni 2018. Per l’allenamento sono previsti due distinti gruppi, ritmo medio e ritmo tranquillo, con ritrovo al ponte di Robecco", dicono dal gruppo.

Tanta solidarietà

Il risultato più importante, per i “brontoloni”, resta comunque la raccolta fondi a favore dell’associazione onlus che combatte la Sindrome di Pitt Opkins. "Adesso ci aspetta un 2018 sempre più ambizioso e le novità non mancheranno”, ha dichiarato Andrea Noè, Presidente dell’associazione che ha costituito nel 2011. Durante la serata,che ha visto come ospite speciale il Campione Italiano di ciclismo su strada under 23 Matteo Moschetti, robecchese doc, si svolte le premiazioni Campioni Sociali 2017,che ha visto primeggiare Franco  vnella bike, Stefano Musazzi nel Running e nella coppia dei fratelli Noè,Andrea e Paolo nella specialità crono.Un riconoscimento è andato ai tanti associati che nel corso dell’anno si sono resi disponibili nella farsi organizzative e ringraziamenti sono andati ai tanti sponsor/amici,che ci affiancano e ci garantiscono continuità e crescita dell’associazione e nella realizzazione dei tanti obiettivi.