Cronaca
Controllo del territorio

Furti, rapine e spaccio: 13 arresti della Polizia di Stato

La Polizia di Stato a Milano ha arrestato 13 persone, denunciate 2 ed eseguito un provvedimento restrittivo del Tribunale di Sorveglianza.

Furti, rapine e spaccio: 13 arresti della Polizia di Stato
Cronaca Milano città, 04 Settembre 2022 ore 11:24

La Polizia di Stato a Milano, nel corso dell'intensificazione dei servizi finalizzati al contrasto di furti, rapine nonché i reati di spaccio, ha arrestato 13 persone, denunciate 2 ed eseguito un provvedimento restrittivo emesso del Tribunale di Sorveglianza in revoca dell'affidamento in prova ai servizi sociali.

Furti, rapine e spaccio: l'attività di contrasto della Polizia di Stato

L'attività della 6° Sezione della Squadra Mobile, oltre all'ordinario pattugliamento della città radiocollegati con la Centrale Operativa, si incentra sulla predisposizione di servizi mirati a monitorare zone e obiettivi ritenuti sensibili sulla base di una pregressa attività di analisi di fatti criminosi già consumati. Al riguardo, anche con l'ausilio dell'Ufficio Statistiche ed Analisi Criminale della locale Divisione Anticrimine, si individuano potenziali rapinatori seriali. Studiandone il modus operandi, si organizzano servizi finalizzati all'arresto in flagranza del reo per poi ricostruire precedenti eventi per una successiva richiesta di una misura cautelare alla competente Procura.

Le attività nel periodo agostano

Ecco i risultati delle attività espletate da questo Ufficio nell'ultima decade di agosto fino a venerdì 2 settembre 2022 con riferimento agli arresti in flagranza di reato, alle misure restrittive eseguite ed ai denunciati a piede libero, con la precisazione che sono stai intensificati i servizi di pattugliamento nella zona "Garibaldi-Venezia" (comprensiva peraltro della stazione centrale di Milano e la nota zona della movida di Corso Como e piazza Gae Aulenti), zona Farini ed in generale tutta l'area della circonvallazione interna.

Il 20 agosto, in via Niccolini 39, è stato arrestato un cittadino di 48 della Guinea, con precedenti specifici, per spaccio di droga, per aver ceduto 1,20 grammi di cocaina.

Il 23 agosto, in via Giuseppe Bruschetti è stato arrestato un cittadino italiano di 50 anni con precedenti penali specifici e per reati contro il patrimonio, per detenzione ai fini di spaccio perché trovato in possesso di 1,80 grammi di cocaina.

Il 24 agosto, in via Principe Eugenio 22, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio per un cittadino italiano di 23 anni, con precedenti di polizia specifici, perchè trovato in possesso di numerose dosi di cocaina pari a gr.13,3 grammi e hashish pari a gr. 3,1. In esito alla successiva perquisizione domiciliare, il 23enne è stato trovato in possesso di ulteriori 25,52 grammi di cocaina.

Il 25 agosto in via Vittor Pisani angolo via Boscovich, sono stati arrestati per furto in concorso e resistenza a pubblico ufficiale due cittadini marocchini di 32 e 24 anni in Italia senza fissa dimora, sprovvisti di documenti identificativi, con precedenti penali specifici, i quali, avendo consumato il furto di uno smartphone del valore di 1000 euro ai danni di un cittadino italiano, al fine di guadagnare la fuga facevano resistenza all’arresto. Gli stessi sono stati inoltre trovati in possesso di altra refurtiva tra cui, due collane d'oro, uno smartwatch ed un telefono cellulare provento di un furto perpetrato nella giornata precedente.

Il 26 agosto, in via Cesariano 6, è stato per detenzione ai fini di spaccio un cittadino italiano di 27 anni che muovendosi in bicicletta con uno zaino del delivery "Just Eat", ha ceduto ad un cittadino italiano gr. 0,4 grammi. Il 27enne, a seguito della perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di ulteriori gr.13,7 grammi di cocaina, occultata all'interno del doppiofondo della borraccia da
bicicletta e gr. 558 grammi di hashish presso la sua abitazione.

Il 29 agosto in via Fabio Filzi all'angolo con la via A. Zezon, sono stati arrestati per furto in concorso e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale due cittadini marocchini: uno di 21 anni senza fissa dimora con precedenti di Polizia specifici e uno di 25 anni, regolare sul territorio con precedenti di Polizia per reati contro la persona. Nello specifico, dopo aver consumato il furto di uno smartphone del valore di 300 euro
ai danni di un cittadino italiano, al fine di guadagnare la fuga ponevano in atto una violenta resistenza contro i poliziotti, in esito alla quale due operatori ricorrevano a cure mediche per contusioni al volto con prognosi per entrambi di giorni tre.

Il 30 agosto, in via Monte Cervino, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio un cittadino marocchino di 33 anni, irregolare sul territorio con precedenti di Polizia per resistenza a Pubblico Ufficiale ed in materia di immigrazione, poiché trovato in possesso di gr. 506 grammi di cocaina occultati in una autovettura nella sua disponibilità oltre alla somma di 3.000 euro. Inoltre, presso la dimora, sono stati rinvenuti ulteriori gr. 96 grammi di hashish.

Il 30 agosto in piazzale Maciachini, all'interno del mezzanino della MM3, è stato arrestato un cittadino italiano di 49 anni, senza fissa dimora e con precedenti penali specifici per rapina.

Il 30 agosto via Napo Torriani angolo piazza Duca D'Aosta, presso il mezzanino della Metro 2, è stato tratto arrestato per furto con strappo un cittadino marocchino di 38 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio, con precedenti penali specifici e per stupefacenti perché poco prima aveva strappato dalle mani di una donna lo smartphone Iphone del valore di 1000 euro.

Rapine in farmacie e banche: i controlli dei poliziotti

Alla luce dei recenti episodi di rapine ai danni di banche e farmacie nella zona Farini, sono stati predisposti in maniera sistematica e giornaliera servizi mirati al monitoraggio di potenziali obiettivi. Alle 13.15 circa del 30 agosto è stata diramata la nota di una tentata una rapina presso la Farmacia "Maccioni" sita in via Farini, ad opera di un soggetto italiano che minacciava entrambe le farmaciste con delle forbici per farsi consegnare l'incasso desistendo però a fronte della richiesta d'aiuto di una delle donne ad un terzo dipendente che era nel retro. Personale dipendente, intuendo che il personaggio potesse ripetere l'azione criminosa di lì a poco, si portava in piazza Maciachini, dove effettivamente intercettava il 49enne che aveva appena rapinato la farmacia "Rondò" lì situata, anche qui minacciando con le forbici la  farmacista.
L'uomo, corrispondente alla diramata descrizione del rapinatore, è stato bloccato mentre faceva ingresso nella metropolitana della linea gialla lì ubicata e trovato in possesso del bottino della rapina, pari a 330 euro che venivano restituite alla parte lesa. L'arrestato risulta autore di almeno altre 6 rapine consumate o tentate (di cui quattro ai danni di istituti di credito).

L'attività di settembre

Il 1° settembre in via Giorgio Jan, è stato denunciato per tentato furto un cittadino marocchino di 19 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio con precedenti penali specifici, il quale si intrufolava in un'auto in sosta non trovando nulla da rubare.

Il 2 settembre, in Corso Vercelli, è stato arrestato un cittadino colombiano, senza fissa dimora, irregolare sul territorio con precedenti penali specifici, di 51 anni per furto aggravato, che veniva bloccato dopo aver asportato, da un furgone commerciale lì parcheggiato, 25 t-shirt per un valore complessivo di circa 800 euro, il tutto dopo aver aspettato il momento propizio in cui il corriere stava effettuando lo scarico di
altro materiale all'interno di un negozio.

Il 2 settembre, in via Washington 95, è stato denunciato un cittadino marocchino di 27 anni irregolare, per detenzione ai fini di spaccio e ingresso illegale nel territorio nazionale per aver ceduto una dose di cocaina da gr. 0,50 ad un italiano e successivamente trovato in possesso di altre dosi per gr. 1,80 di cocaina occultate nel doppio fondo di un accendino oltre alla somma di 1.090 euro.

Il 2 settembre, in piazza Insubria, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio un cittadino egiziano di 28 anni, regolare sul territorio con precedenti penali specifici, per aver ceduto una dose di cocaina da gr. 0,20 ad un italiano e successivamente trovato in possesso di altre 4 dosi di cocaina per gr. 0,80 di cocaina. A seguito di perquisizione domiciliare sono state trovate in suo possesso altre 12 dosi di cocaina per gr. 2,60 ed inoltre gr. 6 di marijuana oltre alla somma di 225 euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter