Forza nuova sugli striscioni: "Ridateci la festa del papà!"

Il movimento politico invita a difendere le tradizioni "altrimenti di 'noi' non rimarrà più niente".

Forza nuova sugli striscioni: "Ridateci la festa del papà!"
Cronaca Legnano e Altomilanese, 20 Marzo 2018 ore 18:16

Forza nuova protesta con gli striscioni: "Ridateci la festa del papà!".

Forza nuova, striscioni anche a Legnano

Lunedì 19 marzo, giorno dedicato a San Giuseppe e Festa del papà, gli attivisti del movimento politico Forza nuova hanno affisso striscioni su tutto il territorio nazionale per chiedere la restituzione di una festa "negli ultimi anni troppo spesso, e non a caso, dimenticata". "Ridateci la festa del papà!" è la richiesta: "contro la sterilizzazione delle tradizioni e delle identità sessuali naturali, ormai definite 'di genere'". A Legnano lo striscione è stato affisso sul piazzale del Castello visconteo.

"La scuola torni a coltivare il valore fondante rappresentato dalla paternità"

"Nell'epoca in cui la distruzione della figura paterna, la demonizzazione stessa del ruolo del padre di famiglia, è tra le armi più efficaci usate per attaccare la società attraverso il nucleo fondamentale costituito dalla famiglia - si legge nel comunicato di Forza nuova -, chiediamo che la scuola torni a coltivare nei nostri figli il valore fondante rappresentato dalla paternità. Confondere fin dalla più tenera età la stessa idea di famiglia serve a predisporre le future generazioni a unioni svincolate da ogni valore e da ogni valenza sociale, in nome di pseudo diritti individuali e minoritari la cui imposizione dall'alto non si cura di scandalizzare i piccoli per i quali evidentemente non sono previsti diritti".

"Aprite gli occhi, difendiamo le tradizioni per i nostri figli e nipoti"

"L'invito rivolto al nostro popolo è dunque quello di aprire gli occhi - conclude la nota di Forza nuova -, perché la difesa delle tradizioni è lotta indispensabile a garantire un futuro ai nostri figli e nipoti; se non interveniamo in tempo e con la dovuta fermezza, di 'noi' non rimarrà più niente. Ricominciamo dal Padre!".