Fiumi di droga dalla Calabria alla Lombardia: garbagnatese in manette

Fiumi di droga dalla Calabria alla Lombardia: garbagnatese in manette
Cronaca 08 Luglio 2017 ore 11:38

Anche un garbagnatese di 48 anni tra i dieci arrestati nell’ambito della maxi indagine “Linfa” della Direzione Investigativa Antimafia di Milano, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Si tratta di un sodalizio criminale che aveva come base logistica un’autofficina di Legnano, una rete accusata di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito ed alla detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Il gruppo, infatti, gestiva la rete dello spaccio sulla rotta calabro-lombarda sfruttando le proprie connessioni con la ‘ndrangheta. Le indagini, partite nel 2016 e sviluppatesi a seguito dell’arresto di uno degli indagati a Roma, mentre viaggiava con 116 chilogrammi di marijuana, hanno portato in totale al sequestro di 129 chili di droga, e alla disarticolazione dell’organizzazione che, per mano degli indagati, in Lombardia avrebbe costituito il proprio predominio nel traffico di cocaina e hashish, la cui forza intimidatoria sarebbe derivata dai forti legami con la criminalità. L’articolo completo sul numero di Settegiorni Bollate attualmente in edicola.


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità