Cronaca

Feste a base di champagne grazie ai soldi dello spaccio

Tredici indagati (9 minorenni) e 2 arrestati nell’inchiesta «Easy Money» della Polizia Locale di Rho

Feste a base di champagne  grazie ai soldi dello spaccio
Cronaca Rhodense, 30 Novembre 2022 ore 14:44

Nove ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni e sei maggiorenni tra i 19 e i 39 anni indagati, 2 arrestati per spaccio di droga. Questo il bilancio dell'operazione Easy Money

L'importante operazione portata a termine nei giorni scorsi dalla Polizia Locale di Rho

Dai messaggi e dalle fotografie rinvenuti sui telefoni degli indagati si evinceva che gli stessi, pur di fare una «bella vita», avevano deciso di fare «soldi facili» attraverso lo spaccio di droga.
E’ stata battezzata «Easy Money» l’operazione portata a termine nei giorni scorsi dagli agenti della Polizia Locale e coordinata dal commissario Stefano Palmeri che ha portato alle denuncia in stato di libertà di 13 persone e all’arresto in flagranza di altre due. Nella fattispecie: 9 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni e 6 maggiorenni tra i 19 e i 39 anni.

Champagne e feste in discoteca da 800 euro a sera

Sui telefoni dei giovani fermati sono state trovate fotografie dove gli stessi si immortalavano in discoteca con bottiglie di champagne costose e superalcolici. In una foto venivano, ad esempio, ritratti due degli indagati ad un tavolo con una bottiglia di Dom Perignon e uno scontrino da 800 euro.

Giovani di 16 anni che ostentavano ricchezza con capi d'abbigliamento firmati

Molte le foto con portafogli colmi di denaro contante e foto o filmati dove gli stessi si facevano riprendere con centinaia di euro tra le mani, ostentando ricchezza. Tutto denaro che poi utilizzavano per comprarsi capi di abbigliamento griffati o per fare serate costose nei locali a base di alcool e droga.

Le indagini hanno preso il via con il progetto "Scuole Sicure"

Le indagini, conclusesi nelle scorse settimane, hanno preso il via a novembre dello scorso anno nell’ambito del progetto «Scuole Sicure» voluto dal Ministero degli Interni per i controlli mirati alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici.

Sequestrati circa 1,5 Kg di hashish e circa 4mila euro in contante

Complessivamente sono stati indagati per spaccio 9 minorenni, 4 maggiorenni e altri 2 maggiorenni sono stati tratti in arresto. Per tutti è stata contestata l’aggravante della cessione di stupefacenti a minorenni e a due minorenni è stata contestata l’ulteriore aggravante di aver ceduto stupefacenti all’interno della scuola. Sono stati sequestrati circa 1,5 Kg di hashish e circa 4mila euro in contante provento dell’attività illecita.
Sono stati esaminati decine di telefoni cellulari e sono state analizzate migliaia di conversazioni sulle chat di whatsapp, Telegram, Instagram, Messenger e Wickr me.

Identificati 30 ragazzi che sono stati segnalati alla Prefettura

Sono stati identificati quali acquirenti degli indagati circa 30 ragazzi che verranno segnalati alla Prefettura come consumatori. L’operazione «Easy Money» ha consentito di stroncare un importante «giro» di hashish e di informare i genitori, in alcuni casi erano all’oscuro di tutto.

Seguici sui nostri canali