Ferrovie, la Regione investe sulla tratta Malnate-Saronno

Ferrovie: così Regione Lombardia investe nella tratta Malnate-Saronno. Ecco gli interventi di Brianza e dell'assessore Terzi.

Ferrovie, la Regione investe sulla tratta Malnate-Saronno
Saronno, 28 Luglio 2018 ore 14:35

Ferrovie: ecco gli investimenti di Regione Lombardia sulla tratta Malnate-Saronno.

Ferrovie: la parola a Francesca Brianza

Dichiara la vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Francesca Brianza: "5,7 milioni di euro dal Patto per la Lombardia come quota di finanziamento per il rinnovo dell’armamento della tratta Malnate-Saronno. Con queste risorse puntiamo a rendere la tratta ferroviaria più sicura e più veloce per garantire un servizio il più efficiente possibile per i nostri pendolari. Attraverso questo intervento di rinnovo - precisa - sarà possibile un aumento della velocità dei treni ammessa sulla tratta Malnate-Saronno che si tradurrà in una maggiore regolarità del servizio e in una maggiore puntualità”.

"Regione continua a investire sulle strutture ferroviarie"

“Regione Lombardia, al contrario delle Ferrovie dello Stato - prosegue Brianza - continua ad investire sulle strutture ferroviarie perché comprendiamo pienamente i disagi che quotidianamente vivono i pendolari che troppo spesso viaggiano in condizioni pessime tra ritardi e disservizi. Oltre a questo - conclude - sono in cantiere una serie di interventi prioritari, in particolare a Tradate, che riguardano il rinforzo di sottopassi veicolari e ciclopedonali, viadotti e manutenzioni strutturali che permetteranno ai treni di circolare con una maggior sicurezza e a maggior velocità".

La parola all'assessore regionale Terzi

In merito, dichiara l'assessore regionale alle Infrastrutture Claudia Maria Terzi: "Molti interventi di manutenzione non saranno immediatamente visibili dagli utenti ma sono necessari per evitare episodi gravi e meno gravi che comunque rendono difficile la vita dei cittadini. La parte visibile degli interventi consentirà di rendere più accessibili le banchine e i sottopassi che saranno ammodernati e resi più sicuri”.