Dopo 18 mesi di lavori

Ex Tribunale: inaugurati i nuovi uffici comunali FOTO

Legnano può contare ora su una succursale di Palazzo Malinverni: trasferiti i Servizi Demografici e i settori Assetto e Gestione del territorio e Opere pubbliche.

Ex Tribunale: inaugurati i nuovi uffici comunali FOTO
Legnano e Altomilanese, 04 Novembre 2020 ore 08:59

Ex Tribunale di Legnano: l’edificio riapre le proprie porte ai cittadini come Palazzo Malinverni bis.

Ex Tribunale, inaugurati i nuovi uffici comunali

Nella mattinata di ieri, martedì 3 novembre 2020, gli uffici demografici hanno accolto per la prima volta i legnanesi nei nuovi spazi di via Gilardelli. Spazi ampi e luminosi, là dove c’erano tetre aule giudiziarie.
Progettato negli anni ‘80 da Guido Canella, uno dei protagonisti più importanti e originali dell’architettura italiana del Dopoguerra, l’ex Tribunale era vuoto dal novembre 2013, quando, non senza polemiche, i processi furono trasferiti a Busto Arsizio.
Dopo sette anni eccolo riaprire come succursale del Comune. Oltre ai primi utenti, martedì l’edificio ha accolto anche la stampa: al tour, guidato dall’architetto Attilio Citterio, responsabile del settore Edilizia pubblica di Palazzo Malinverni, hanno partecipato anche il sindaco Lorenzo Radice e la consigliera delegata (e futuro assessore) alle Piccole cose e alla Cura di vicinato Monica Berna Nasca.

Duemila metri quadrati di uffici, l’autorimessa e l’archivio

“Al piano terra abbiamo realizzato un open space di 440 metri quadrati, con 13 postazioni, che accoglie i Servizi Demografici (Anagrafe e Statistiche, Stato civile, Cimiteri ed Elettorale) – spiega Citterio – Un bel passo avanti rispetto alla sede storica, dove gli stessi servizi erano articolati su una superficie di 280 metri quadrati”. Al piano superiore, cui si accede tramite le rampe che compongono il corpo centrale dell’edificio (oltre che ovviamente con l’ascensore), trova posto il Settore Assetto e Gestione del territorio (Urbanistica e Pianificazione, Edilizia privata, Idoneità alloggiative, Catasto e Sportello unico delle attività produttive). “Qui abbiamo preferito realizzare degli spazi chiusi, perché il personale dell’Edilizia privata ha la necessità di accogliere professionisti – prosegue Citterio – Per dare luce abbiamo lasciato un’apertura nel soffitto che mette in comunicazione idealmente con il secondo e ultimo piano, riservato al Settore Opere pubbliche (Edilizia pubblica, Infrastrutture e Verde pubblico, Qualità e Tutela dell’ambiente, Energia e Tecnologia). Qui si torna invece all’open space, con una soluzione di spazi vetrati: ogni servizio ha la sua isola, nelle due testate abbiamo previsto invece uffici chiusi, per l’assessore e le sale riunioni”. Due i piani sotterranei: nel primo trova posta l’autorimessa, nel secondo sarà trasferito l’archivio comunale. Duemila metri quadrati di uffici (500 al piano terra, 800 al primo e 700 al secondo), e altrettanti sottoterra. L’impegno di spesa è stato di un milione seicentocinquantamila euro, dei quali 150mila per gli arredi. Diciotto i mesi di cantiere.

Ancora due settimane di lavori per completare l’esterno

All’interno è tutto pronto, mentre nella parte esterna resta ancora un po’ di lavoro da fare. Entro due settimane la recinzione attuale sarà abbattuta, per fare posto alla pista ciclabile destinata a collegare quella che attraversa piazza Carroccio con la velostazione davanti al Commissariato di Polizia. Tra il percorso protetto desinato alle due ruote a pedali e il marciapiede di piazza Gilardelli sarà inoltre realizzata un’aiuola.

32 foto Sfoglia la gallery

 

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia