Menu
Cerca
carcere di bollate

Evade durante il permesso premio, i Carabinieri pedinano i familiari e lo rintracciano

Per l'uomo, 39 anni, sono scattate le manette.

Evade durante il permesso premio, i Carabinieri pedinano i familiari e lo rintracciano
Cronaca Bollatese, 12 Maggio 2021 ore 16:46

Elude le le prescrizioni e si rende irreperibile, i Carabinieri arrestano 39enne tarantino in permesso premio.

Evade durante il permesso premio, i carabinieri pedinano i familiari e lo rintracciano

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Crema, al termine di un’articolata e prolungata attività di indagine, hanno rintracciato ed arrestato Francesco Milano classe 1982, nato a Taranto e detenuto nel carcere di Bollate.

Il permesso premio

La vicenda del 39enne tarantino comincia nel mese di marzo quando, grazie ad un permesso premio concessogli dal Tribunale di Sorveglianza di Milano, il 15 marzo si trasferisce dai familiari nel comune di Ripalta Cremasca, lì potrà rimanere fino al 30 aprile. Nei primi giorni di permesso l’uomo si attiene strettamente alle prescrizioni impostegli dal Magistrato di Sorveglianza ma, evidentemente non incline al rispetto delle regole, comincia fin da subito a venir meno a quanto impostogli e per questo, i Carabinieri della Stazione di Crema deputati alla sua vigilanza, inviano una prima relazione al Tribunale di Milano.

L’evasione

Il comportamento scorretto e penalmente rilevante dell'uomo non si limita però al non rispettare le prescrizioni impostegli, conditio sine qua non al fine di continuare a beneficiare del permesso premio, ma giunge fino all’evasione: il detenuto infatti si rende irreperibile al domicilio cremasco e per questo, i militari di Crema inviano una seconda relazione denunciando, di fatto, l’evasione dell’uomo.

Rintracciato e arrestato

Inizia così l’attenta e scrupolosa attività di indagine messa a punto dagli uomini del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Crema che si conclude con l’arresto del 39enne.

Nel frattempo inoltre, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, emette nei suoi confronti un ordine di carcerazione per un cumulo di pene per reati, commessi dal Milano tra il 2007 ed il 2019 contro la persona e contro il patrimonio. I militari sono riusciti a rintracciare l’uomo seguendo alcuni suoi familiari che, evidentemente in contatto con l’evaso, lo erano andati a prendere alla Stazione Centrale di Milano. Lì infatti, non appena l’uomo è sceso dal treno giunto da Taranto, è stato immediatamente bloccato e arrestato. Infine, il 39enne, è stato anche denunciato per il reato di evasione.