Esplosione Rescaldina, nominato il perito per le verifiche sulla palazzina

Il professionista che dovrà individuare i locali sui quali svolgere accertamenti. Si attende di parlare con i coniugi Sidella.

Esplosione Rescaldina, nominato il perito per le verifiche sulla palazzina
Cronaca Legnano e Altomilanese, 10 Aprile 2018 ore 14:36

Esplosione Rescaldina, indagini in corso.

Esplosione Rescaldina, via alle verifiche per accertare le cause

Esplosione a Rescaldina, la Procura di Busto Arsizio ha nominato un perito incaricato di indicare quali locali e aree della palazzina di via Brianza (dove è avvenuta la tragica esplosione di sabato 31 marzo) siano fondamentali e prioritarie per individuare le cause dello scoppio. II Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio Gian Luigi Fontana ha dichiarato "prioritario" mettere in sicurezza quei locali interni all'appartamento del piano terra dal quale è avvenuta la detonazione, presumibilmente, a causa di una fuga di gas che ha saturato gli ambienti. Stessa importanza per eventuali altri locali dell'immobile.
Una volta individuati dal perito, che opererà in collaborazione con l'ingegnere della proprietà, sarà predisposto un piano di intervento per la messa in sicurezza che consentirà gli accesi "il prima possibile" come affermato da Fontana.
Gli inquirenti intanto attendono con fiducia che migliorino le condizioni di Saverio Sidella (ancora grave) e della moglie Cristina, ricoverati al Niguarda, perchè possano fornire elementi utili per ricostruire cosa è avvenuto.

La solidarietà del paese

Tutta la comunità si è mobilitata per stare vicino alle famiglie rimaste senza casa: sabato 7 aprile, in auditorium, grande successo per il talent-show "Non solo musical" che ha promosso la raccolta fondi per gli sfollati, aiuti per questi ultimi sono stati raccolti il giorno successivo con la "Festa di primavera" a Villa Rusconi con i commercianti.