Ecco chi sono i due bimbi uccisi dal treno in Calabria mentre attraversavano i binari

La famiglia, residente ad Albairate, era in vacanza a Brancaleone.

Ecco chi sono i due bimbi uccisi dal treno in Calabria mentre attraversavano i binari
Magenta e Abbiategrasso, 09 Agosto 2018 ore 15:10

Mercoledì 8 agosto, intorno alle 15.30, due bambini di 6 e 12 anni sono stati travolti e uccisi da un treno a Brancaleone.

Ecco chi sono i due bimbi uccisi dal treno in Calabria

I due fratellini, Giulia (detta Gilla) e Lorenzo Pipolo, sono i bambini travolti e uccisi dal treno in transito sulla linea tonica tra Brancaleone e Locri mentre erano sui binari. I due, di 6 e 12 anni, erano in vacanza con la madre, Simona Dall’Acqua, la sorella maggiore Benedetta e il compagno della madre Antonio Alfonso Parpiglia. Erano in vacanza a Brancaleone poiché quest’ultimo, professore di lettere al corso serale dell’Istituto tecnico Giorgi in viale Liguria a Milano è originario di li. I bambini sono morti nell’impatto con il convoglio mentre la madre è in coma agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Il compagno è rimasto illeso mentre la figlia maggiore non era presente al momento dell’impatto.

Di Albairate i bimbi uccisi dal treno in Calabria

La famiglia si era trasferita da qualche mese ad Albairate, esattamente a Cascina Faustina. I bambini da maggio frequentavano le scuole di Cisliano. C’è molto sgomento nella cittadina albairatese così come a Brancaleone. Il padre, Peter Pipolo, residente a Sondrio, raggiungerà in serata la cittadina calabrese.

Un ampio approfondimento su Settegiorni Magenta Abbiategrasso in edicola da venerdì 10 agosto.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
ANCI Lombardia