E' tutto pronto per dare il via alla festa di Sant'Antonio

E' stata predisposta la pira in piazza mercato, fulcro degli eventi che riaccenderanno domenica a Tradate la tradizione.

E' tutto pronto per dare il via alla festa di Sant'Antonio
Saronno, 20 Gennaio 2018 ore 16:13

La tradizionale festa di Sant'Antonio si riaccende a Tradate, dopo cinque anni di pausa. Gli organizzatori hanno già montato la pira che verrà accesa e riscalderà Tradate domenica pomeriggio.

Domenica grande festa in piazza mercato con la festa di Sant'Antonio

Il falò di S.Antonio, il falò dei desideri brucia anche le polemiche ambientaliste e dopo cinque anni, grazie all’impegno e alla dedizione della Pro loco e il sostegno dell’Amministrazione Galli, tornerà a riscaldare il cuore di Tradate. In queste ore gli organizzatori hanno installato, su un pavimento di terra, la catasta, che come previsto, è ridotta rispetto alle edizioni passate, ma comunque scenica e spettacolare. La catasta illuminerà piazza mercato all'imbrunire di domenica e saranno in tanti ad assistere alla tradizionale.

La festa di Sant'Antonio tra bancarelle, benedizione di trattori, pane e animali

La città si affiancherà così al capoluogo e agli centri della Provincia che ogni anno, a metà gennaio, testimoniano la propria devozione al santo, eremita asceta fra i più rigorosi del cristianesimo antico, con una delle feste d’inverno più attese. Nata come ricorrenza religiosa, caratterizzata dall’accensione del fuoco benaugurale  la festa è poi divenuta anche un momento folcloristico e di incontro. Per questo accanto alla catasta di legna, saranno presenti le bancarelle dell’Insubria, spettacoli e animazioni per grandi e piccini. La festa prenderà il via al mattino con la messa alle 11 in chiesa S.Stefano seguita dalla benedizione degli animali. Trattori e pane saranno benedetti in piazza mercato a partire dalle 16 prima dell’accensione del falò alle 17.30 alla presenza delle autorità civili e religiose e degli organizzatori, i volontari della Pro loco. Al sacro fuoco potranno essere affidati i desideri per il nuovo anno. Chi volesse può già avvicinarsi alla pira per lasciare il proprio bigliettino. Dal pomeriggio invece dovrà essere consegnare agli organizzatori o alla Prociv che vigilerà per tutta la giornata.