E’ morto Tettamanzi, ex arcivescovo di Milano

E’ morto Tettamanzi, ex arcivescovo di Milano
Cronaca 05 Agosto 2017 ore 11:42

È morto questa mattina il cardinale Dionigi Tettamanzi, 83 anni, arcivescovo emerito di Milano. Lo comunica la Diocesi di Milano. Era di ieri la notizia di un preoccupante aggravarsi delle condizioni di salute dell’arcivescovo emerito di Milano, che era assistito presso Villa Sacro Cuore di Triuggio. Il cardinale Angelo Scola e monsignor Mario Delpini avevano invitato tutta la comunità diocesana a pregare per l’ex arcivescovo, alla guida della Diocesi ambrosiana dal 2002 al 2011

 

 

Il ricordo del cardinale Scola: “Gli ero particolarmente legato” – Questo il ricordo del cardinale Angelo Scola: “La dipartita del cardinale Dionigi Tettamanzi rappresenta una grande perdita per la Chiesa milanese e per tutta la Chiesa universale, non solo per i diversi ministeri che egli ha assunto e per il suo servizio come esperto a Papi e alla Santa Sede, ma anche per la sua personalità umile, sorridente, appassionata ai rapporti. Era sempre teso ad incarnare la visione cristiana della vita nella realtà attuale. La sua biografia, ormai ampiamente conosciuta, è testimonianza di tutto questo. Sono a lui particolarmente legato fin dai tempi in cui fu mio giovane professore in Seminario a Venegono. L’amicizia si è approfondita negli anni a Roma attraverso comuni collaborazioni al servizio della Chiesa universale. Il card Dionigi, studioso di morale e di bioetica, mi ha sempre impressionato per la sua capacità di lavorare in gruppo e per la rapidità nel fare sintesi. In questi sei anni del mio ministero come Arcivescovo di Milano, il Cardinale Dionigi mi ha accompagnato con intensa amicizia e discrezione. La sua eredità darà ancora molto alla nostra Chiesa ambrosiana, a tutti i cattolici, ma anche ai molti laici con cui il cardinale Tettamanzi ha saputo entrare in dialogo a partire da problemi sociali acuti come quelli della famiglia, della vita, del lavoro e dell’emarginazione”.

 

Anche il nuovo arcivescovo di Milano Mario Delpini ha voluto ricordare Tettamanzi: “Voglio esprimere la mia gratitudine per la testimonianza che il cardinale Dionigi Tettamanzi ha reso con la sua vita donata senza risparmio. Per la sua disponibilità infaticabile al lavoro, la sua capacità di empatia con la gente, la sua armonia nella personalità e per il suo magistero Egli ha costituito un punto di riferimento per tutti noi.
Io particolarmente gli sono grato per il suo ministero di insegnante e maestro di vita di fede e per la fiducia che mi ha accordato – tra l’altro – proponendomi per l’Episcopato. Lo ricordo così, nella preghiera riconoscente al Signore”.

 

 

I funerali martedì alle 11 in Duomo – La camera ardente è aperta a Triuggio, presso la cappella di villa Sacro Cuore, da oggi, sabato 5 agosto, sino a lunedì 7 agosto alle 12. Aprirà invece alle 16 di lunedì la camera ardente in Duomo a Milano, dove sino alle 22 sarà possibile sostare per una preghiera davanti alla bara chiusa. Alle 17.30 di lunedì in Duomo Messa in suffragio con monsignor Gianantonio Borgonovo, arciprete del Duomo. Alle 18.30, rosario presieduto dal cardinale Angelo Scola. I funerali si celebreranno martedì 8 agosto alle 11 in Duomo a Milano e saranno presieduti da Scola e concelebrati, tra gli altri, dall’Arcivescovo eletto di Milano monsignor Mario Delpini.

 


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità