Droga nascosta nei cuscini, arrestato spacciatore

L'uomo, un 38enne marocchino, aveva in casa quattro dosi di cocaina, un bilancino di precisione e il libro mastro dei conti dello spaccio.

Droga nascosta nei cuscini, arrestato spacciatore
Cronaca Legnano e Altomilanese, 28 Marzo 2018 ore 11:28

Droga nascosta nei cuscini del divano, spacciatore in manette.

Droga nascosta in un appartamento di via Montenevoso

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Legnano hanno arrestato un 38enne marocchino, pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In via Montenevoso, l'attenzione dei militari è stata attratta da alcuni giovani che uscivano da un condominio con fare furtivo. Fermatisi, non sono riusciti a controllarli perché questi si sono divisi e allontanati rapidamente nelle vie vicine. Sospettando che dietro quel portone si celasse qualcosa di particolare, i carabinieri hanno improvvisato un controllo alla circolazione stradale in un punto che consentisse loro di osservare il palazzo. Nei 15 minuti successivi hanno notato entrare e uscire altre tre persone e alla fine si sono avvicinati per provare a intervenire. Mentre si avvicinavano all'ingresso, un altro giovane usciva e, vedendo i carabinieri, si allontanava in tutta fretta.

In manette uno spacciatore 38enne

Arrivati all'ingresso del palazzo, i militari hanno notato sulle scale un 38enne che, salendole precipitosamente fino al primo piano, cercava di evitare il controllo rifugiandosi in casa. Raggiunto prima che chiudesse la porta, l'uomo è stato fermato e una seconda pattuglia dei carabinieri chiamata in supporto ha dato il via alla perquisizione domiciliare. Nel soggiorno, gli uomini dell'Arma hanno trovato una dose di cocaina e materiale per il confezionamento delle dosi, tra cui buste in cellophane appositamente sezionate: il tutto era nascosto nei cuscini presenti sul divano. Nella camera da letto, poi, nei cuscini sistemati nell'armadio, i militari hanno trovato altre tre dosi di cocaina, un bilancino di precisione ancora intriso di sostanza stupefacente e altro materiale idoneo e preparato per il confezionamento. In cucina, sul tavolo, un libro mastro dei conti dello spaccio che è stato sequestrato. Su tale quaderno, erano indicati il peso, il numero di dosi e il valore della droga. L'uomo è stato arrestato e martedì 27 marzo processato per direttissima e condannato.