Cronaca
In corso valutazioni

Dopo l'incendio, qual è il destino dell'asilo di Sant'Arialdo

Dopo l'incendio, qual è il destino dell'asilo di Sant'Arialdo di Baranzate.

Dopo l'incendio, qual è il destino dell'asilo di Sant'Arialdo
Cronaca Bollatese, 07 Maggio 2022 ore 13:00

Dopo l'incendio, qual è il destino dell'asilo di Sant'Arialdo di Baranzate. L’Amministrazione, infatti, sta valutando l’idea di poter trasferire i due bambini negli immobili comunali.

L'asilo di Sant'Arialdo dopo l'incendio

L’incendio divampato nel giorno di Pasqua può aver messo fine alle attività dell’asilo Sant’Arialdo nell’attuale sede.
Danni non da poco ai contatori, ai tubi dell’acqua e alle caldaie che hanno reso inagibile l’asilo: dai primi accertamenti, infatti, sembrerebbe che l’incendio dello scorso 24 aprile sia partito a causa di un cortocircuito dei contatori del seminterrato. Erano stati gli abitanti del primo piano, tre famiglie ospitate dall’associazione Tutti sotto un tetto, a chiamare i Vigili del Fuoco e i soccorsi.

I bambini potrebbero essere spostati

Le due classi, composte da una cinquantina di bambini in totale, sono stati subito smistate tra le strutture di via Mercantesse e via Salvo D’Acquisto.  "Gli alunni della Sant’Arialdo rimarranno negli immobili delle scuole dell’infanzia Calcutta e Marco Polo fino al termine della scuola - ha spiegato il primo cittadino Luca Elia - E’ chiaro che stiamo facendo una fotografia delle risorse del Comune e stiamo valutando per l’intervento".
L’asilo di Sant’Ariado è l’unico tra quelli baranzatesi ad essere comunale ma in un immobile di proprietà della Parrocchia e questa potrebbe essere l’occasione per accorpare le due sole classi negli spazi comunali: "Ciò che non ci convince fino in fondo è la promiscuità tra le aule dell’asilo e gli appartamenti delle famiglie che si trovano esattamente al primo piano dello stabile- confessa Elia - Oltreché si tratterebbe di un intervento finanziato con denaro pubblico in un luogo che comunale non è".

L'opposizione non è d'accordo

Una soluzione che non a tutti è piaciuta, come la Lista civica Insieme per Baranzate, che ha già presentato una mozione in Consiglio comunale: "Siamo nettamente contrari al trasferimento - ha detto il consigliere Pietro Prisciandaro - Sono stati chiusi alcuni luoghi di ritrovo, il trasferimento della Polizia Locale è stato un fallimento. Ci auguriamo fortemente che la scuola, invece, resti dov’è, facendo le opere necessarie per il ripristino. Ci risultano che alcuni rappresentanti dell’Amministrazione abbiano fatto una sorta di sondaggio ai bambini, commettendo una grande scorrettezza. Di queste cose si parla con le famiglie, non con i bambini".

L'ARTICOLO COMPLETO E' PRESENTE NELL'EDIZIONE DEL 6 MAGGIO DI SETTEGIORNI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter