Donne Incanto torna con la 12esima edizione

Madrina dell'edizione 2020 sarà l'attrice Isabella Ferrari.

Donne Incanto torna con la 12esima edizione
Rhodense, 21 Gennaio 2020 ore 12:26

Nella foto da sinistra a destra: Giorgio Almasio direttore artistico di Donne Incanto, Graziano Cattini del collettivo artistico R.E.M.I.D.A. Raffaele Cucchi sindaco di Parabiago e Comuni capofila

Donne Incanto torna con la 12esima edizione in 17 Comuni diversi.

Donne Incanto torna con la 12esima edizione

Ricomincia il viaggio di Donne Incanto, il festival di musica e parole al femminile ideato da Giorgio Almasio è giunto quest'anno alla 12esima edizione. Ben 17 i Comuni coinvolti, altrettante tappe di un viaggio che inizierà sabato primo febbraio a Parabiago per concludersi il primo agosto. Trenta serate in programma, tra cartellone "tradizionale", eventi collaterali e rassegna estiva. Come ogni anno ci sarà una madrina d'eccezione: questa volta tocca all'attrice Isabella Ferrari.

Il direttore artistico Almasio (in giacca rosa) con i sindaci e gli assessori alla Cultura dei Comuni coinvolti

L'edizione 2020

L'edizione 2020 del festival è dedicata ad Amalia Rodrigues, la regina del fado, della quale ricorre il centenario della nascita.

"L'ideale partenza sarà quindi dal Portogallo, terra di frontiera con il punto più a ovest d'Europa: Cabo da Roca - spiega Almasio - intraprenderemo un percorso, musicale, teatrale e culturale, che toccherà Paesi e miti da Ovest a est, e da Nord a Sud,senza dimenticare le radici del nostro essere occidentali ed europei".

Ad aprire le danze sarà ovviamente la madrina: sabato primo febbraio, Isabella Ferrari porterà sul palco del Teatro di San Lorenzo di Parabiago il recital "Fedra" di Ghiannis Ritsos. Le prenotazioni apriranno il sabato precedente, 25 gennaio.

Come prenotarsi

Per assicurarsi un posto è necessario prenotarsi sul sito www.donneincanto.org

La richiesta di prenotazione coinciderà con un piccolo impegno di donazione a favore della campagna di solidarietà messa in campo per il 2020, e che sosterrà come è avvenuto già nelle ultime due stagioni, il progetto "La valigia di salvataggio".