Menu
Cerca

Diesel Euro 3, la Lega insiste per nuove deroghe

Chiesta la rivisitazione della fascia oraria delle restrizioni e altre agevolazioni.

Diesel Euro 3, la Lega insiste per nuove deroghe
Rhodense, 27 Ottobre 2018 ore 17:37

Diesel Euro 3, la Lega insiste per nuove deroghe. Le richieste sono state avanzate dopo un incontro con l’assessore regionale all’Ambiente, Raffaele Cattaneo.

Le nuove richieste

Le sollecitazioni della Lega a Cattaneo e al presidente della Regione, Attilio Fontana riguardano la restrizione della fascia oraria delle limitazioni ai Diesel euro 3, passando dall’attuale 7.30 – 19.30 a un più elastico 8.30 – 18.30. La Lega ha poi chiesto nuove deroghe per gli autoveicoli ad uso speciale come le autoscale e le autogru, per i mezzi con installati impianti Dual Fuel, per le auto degli operatori delle forze dell’ordine e per le fasce più deboli come già avviene in Veneto, in particolare per le famiglie con reddito Isee sotto i 20mila euro e per chi ha più di 70 anni. Infine è stata chiesta una moratoria di un anno per gli artigiani e le piccole medie imprese, in modo da permettere loro di accedere al bando per il rinnovo degli automezzi, e infine un chiarimento circa la deroga per il trasporto di persone sottoposte a terapie intensive.

La aspettative di Corbetta

Tra le richieste di nuove deroghe rispetto inviate dal gruppo Lega in Regione all’assessore Cattaneo e al presidente Attilio Fontana, molte sono state presentate dal consigliere regionale Alessandro Corbetta.

“Si tratta di istanze di buonsenso che ho raccolto in queste settimane dai cittadini e dagli imprenditori. Ora ci aspettiamo che l’assessore Cattaneo venga incontro alle nostre richieste, che renderebbero le limitazioni sugli euro 3 meno penalizzanti soprattutto per i lavoratori e per le fasce più deboli della popolazione”.

Assessore alle strette

Del resto, da tempo la Lega sta pressando l’assessore Cattaneo sulla questione “Diesel Euro 3”. Tra settembre e ottobre era stato il vicecapogruppo Andrea Monti a presentare al Pirellone una mozione e un’interrogazione al titolare all’Ambiente chiedendo la previsione di misure che potessero rendere meno stringenti le misure del blocco. Nei giorni scorsi era stato proprio Cattaneo ad aprire alla possibilità di deroghe e di una rivisitazione del blocco dei diesel per il prossimo anno. Intanto, nei prossimi giorni è atteso l’aggiornamento del Pria, il Piano regionale degli interventi per la qualità dell’aria.