Menu
Cerca
STOP ALL'ARRESTO CARDIACO

Defibrillatori in tutte le scuole d’Italia: già operativa la disposizione del Ministero dell’Istruzione

L'annuncio da parte del presidente dell'associazione Sessantamilavitedasalvare

Defibrillatori in tutte le scuole d’Italia: già operativa la disposizione del Ministero dell’Istruzione
Cronaca Legnano e Altomilanese, 31 Marzo 2021 ore 14:27

Defibrillatori nelle scuole: ecco la novità.

Defibrillatori nei plessi scolastici

Gli istituti scolastici d’Italia saranno finalmente cardioprotetti grazie alle risorse finanziarie erogate dal Ministero dell’Istruzione per l’acquisto di defibrillatori, strumenti che possono salvare la vita in caso di arresto cardiaco.
A darne notizia è Mirco Jurinovich, soccorritore di Cerro Maggiore e presidente dell’associazione Sessantamilavitedasalvare che da anni si batte per la diffusione di questi apparecchi su tutto il territorio.
Era il 2 aprile 2019 quando i rappresentanti dell’associazione raggiunsero Roma per partecipare, in sala stampa della Camera dei deputati, alla presentazione di due distinti disegni di legge riguardanti la diffusione dei Dae. I due testi seguirono poi strade differenti: quello sull’obbligo di dotazione negli edifici scolastici venne inglobato nel famigerato disegno di legge 1441, fermo al Senato dal settembre 2019,  mentre quello sull’obbligo nei condomini venne bocciato.

Il commento di Jurinovich

“Con grande soddisfazione apprendiamo dell’iniziativa del Ministero della Pubblica Istruzione, avviata dal ministro Lucia Azzolina, che anticipa uno dei  contenuti del ddl 1441  e va a sanare una pericolosa falla, creata dalla conversione in legge del decreto Balduzzi, che escludeva  dall’obbligo di dotazione dei defibrillatori le palestre degli istituti scolastici – afferma Jurinovich –
La procedura scelta dal Ministero è rapida e snella: le risorse finanziare sono già state erogate agli istituti che potranno provvedere direttamente all’acquisto dell’apparecchio o, qualora ne fossero già dotati, alla formazione del personale. Nella fase d’acquisto è consigliabile diffidare da costi eccessivamente bassi e la scelta dell’apparecchio deve considerare un elevato grado di protezione da polvere, umidità e vibrazioni (IP 56) e costi di manutenzione contenuti (sostituzione di batteria ed elettrodi)”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli